menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protesta al canile di Coriano: bloccano la strada per non far trasferire gli animali

Secondo un verbale stilato dall'Ausl sarebbe stato evidenziato come la mancanza di un sistema fognario adeguato, in grado di smaltire le deiezioni degli animali e delle acque di lavaggio e disinfezione, non permetterebbe alla struttura di poter continuare la sua opera

E' stato chiuso giovedì mattina verso le 8, tra le proteste degli operatori, il canile di Coriano al centro di una serie di polemiche tra i volontari dell'associazione "Amici di Benny" e l'amministrazione comunale.  Il sindaco, Mimma Spinelli, ha deciso di dismettere la struttura che ospitava circa 30 cani e di trasferire i quattrozampe a San Patrignano nonostante le fiere proteste di chi, da 10 anni, gestiva la struttura che non sarebbe a norma. Secondo un verbale stilato dall'Ausl, infatti, sarebbe stato evidenziato come la mancanza di un sistema fognario adeguato, in grado di smaltire le deiezioni degli animali e delle acque di lavaggio e disinfezione, non permetterebbe al canile di poter continuare la sua opera. Nonostante l’autorità sanitaria avesse chiesto, addirittura 20 anni fa, l’adeguamento della struttura, nulla pare sia mai stato fatto.

Giovedì mattina, per impedire che i cani ancora ospitati nel canile venissero trasferiti, un gruppo di volontari si è steso in strada davanti al cancello bloccando il transito dei mezzi della cooperativa "Centofiori" incaricata del trasloco. Momenti di tensione, tra carabinieri e personale della polizia Municipale di Coriano, che hanno cercato di allontanare gli autori della protesta che, tra le lacrime, hanno incolpato il sindaco. La Spinelli, tuttavia, ha invitato le associazioni animaliste a discutere alla luce del sole la decisione definendo, allo stesso tempo, molto strano il fatto che l’associazione "Amici di Benny" non si sia mai accorta delle mancanze. E ha anche precisato che i volontari, così si sono definiti gli operatori dell'associazione, incassano nelle loro buste paga 26.250 euro dei 38.760 versati dal Comune per la gestione della struttura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento