rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Pronti a protestare durante la Notte Rosa. "Non mancano i lavoratori stagionali, ma diritti e paga"

Durante la Notte Rosa, l’organizzazione “Mai più sfruttamento stagionale” tornerà a manifestare in un presidio a supporto dei lavoratori

L’appuntamento è fissato per venerdì (1 luglio) in piazzale Kennedy. Durante la Notte Rosa, l’organizzazione “Mai più sfruttamento stagionale” tornerà a manifestare in un presidio a supporto dei lavoratori stagionali. “I dati diffusi dall'Inps hanno smentito ciò che riportava Fipe, la mancanza di 350 mila lavoratori, dato ripreso successivamente dal ministro del turismo Garavaglia: quest'anno si registra invece un record di assunzioni stagionali, il più alto dal 2014. Era stata proposta, addirittura, la reintroduzione dei voucher, che nella città di Rimini avevano toccato il loro record tra 2015 e 2016 con oltre un milione e mezzo di voucher utilizzati, offrendo alle imprese un escamotage per coprire ulteriormente il lavoro nero”, scrivono.

E “Mai più sfruttamento stagionale” attraverso la sua pagina Facebook spiega: “I tre giorni di Notte rosa, il grande evento della riviera romagnola, rappresentano l'ennesima occasione per fare profitti sulle spalle di lavoratori e lavoratrici, che sono stati criminalizzati e vilipesi negli ultimi mesi, dipinti come fannulloni e lavativi. Non sono lavoratori e lavoratrici a mancare ma diritti e una paga adeguati”.

“L'aumento vertiginoso del costo della vita rende completamente inadeguati gli attuali salari nel settore turistico, già caratterizzato da bassi stipendi e da contratti nazionali con tabellari bassissimi, con il Ccnl maggiormente applicato Fipe-Pubblici esercizi scaduto da dicembre 2021. La priorità per uscire da questa situazione è che il rinnovo del Ccnl porti innanzitutto a dei consistenti aumenti salariali, che rendano questo lavoro una fonte di reddito dignitoso”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronti a protestare durante la Notte Rosa. "Non mancano i lavoratori stagionali, ma diritti e paga"

RiminiToday è in caricamento