rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Protezione civile Bassa Valmarecchia, potenziato il Centro Operativo Intercomunale

Grazie a un contributo della Regione di 150mila euro acquistati due fuoristrada, una tenda gonfiabile, apparati radio, arredi e computer

Due fuoristrada con dotazioni di emergenza, una tenda gonfiabile comprensiva di sistema di riscaldamento, nuovi dispositivi di protezione individuale, apparati radio, arredi, computer e altri dispositivi informatici: il Centro Operativo Intercomunale “Bassa Valmarecchia” di protezione civile dei comuni di Poggio Torriana, Santarcangelo e Verucchio si rafforza grazie a un contributo di 150.000 euro della Regione Emilia-Romagna. Ad inaugurare le nuove dotazioni – sabato 19 marzo – sono intervenuti i sindaci di Santarcangelo Alice Parma, di Poggio Torriana Ronny Raggini e Stefania Sabba di Verucchio presente anche in qualità di presidente dell’Unione di Comuni Valmarecchia, i rappresentanti dell’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile sede di Rimini, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Comando di Rimini, del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Rimini, delle Associazioni di volontariato di Protezione Civile “Valle del Marecchia” del COI Bassa Valmarecchia e “AVS” Alta Valmarecchia oltre ai funzionari dei diversi Comuni assegnati alla protezione civile.
 
Funzione delegata all’Unione da nove Comuni della Valmarecchia, la Protezione Civile può infatti contare su due Centri Operativi Intercomunali (COI): uno presente a Novafeltria per i sei comuni dell’Alta Valmarecchia e uno situato a Santarcangelo, in via Scalone, per i tre Comuni della Bassa Valmarecchia. Nel sottolineare la fondamentale importanza di un servizio come quello della Protezione civile, i sindaci dei tre Comuni hanno evidenziato la capacità di coordinamento, l’organizzazione, la professionalità e lo spirito di collaborazione dimostrati in tante occasioni dagli operatori della protezione civile e dai volontari intervenuti per far fronte alle diverse emergenze che hanno interessato i comuni della vallata, fino alla più recente, l’emergenza pandemica.
 
Se il punto di forza della Protezione Civile è quello di dotarsi preventivamente di una solida ed efficiente organizzazione, hanno in sostanza aggiunto i sindaci, il potenziamento della struttura reso possibile grazie ai fondi dell’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile rappresenta un risultato di assoluto rilievo per l’intero territorio della Bassa Valmarecchia rispetto ad una funzione complessa che coinvolge tutto il personale dei tre comuni e che necessita di strumentazioni adeguate soprattutto perché chiamata ad operare in situazioni di emergenza. L’intervento ha permesso anche una maggiore operatività alla struttura, con una riorganizzazione degli spazi interni della sede COI Bassa Valmarecchia attraverso l’acquisto di pareti divisorie ed arredi per lo svolgimento delle varie funzioni di supporto all’interno della Sala Operativa Intercomunale dove trova sede anche l’Ufficio Unico costituito all’interno del Servizio Associato di Protezione Civile dell’Unione.
 
Santarcangelo rientra fra i 26 enti – Comuni e Unioni – finanziati dalla Regione per un importo complessivo di 3.269.000 euro sulla base delle necessità emerse sul territorio in stretto accordo con gli enti locali. Il programma di potenziamento della rete regionale di aree e strutture di protezione civile, infatti, è stato definito sulla base di specifiche necessità strettamente collegate alle realtà locali, alle criticità emerse durante le situazioni di emergenza precedenti, alle esigenze tecnologiche e strutturali poste in evidenza dai singoli enti.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile Bassa Valmarecchia, potenziato il Centro Operativo Intercomunale

RiminiToday è in caricamento