rotate-mobile
Cronaca

La Provincia spinge sull'acceleratore, vuole costruire la nuova Marecchiese veloce

Affidato lo studio di fattibilità, l'intenzione è quella di disegnare dove possibile un tracciato completamente diverso dall'attuale

La strada statale 258 della Marecchia va al più presto velocizzata e messa in sicurezza. E’ un tema che tiene banco almeno da un trentennio. Ma ora pare esserci un punto di svolta: la Provincia di Rimini ha annunciato l’avvio di uno studio di fattibilità per disegnare una Nuova Marecchiese e consegnarlo ad Anas, titolare della strada da quest’anno nell’ambito del piano Rientro strade, per procedere con il futuro progetto.

“Si tratta di una visione che abbiamo come ente Provincia – svela il presidente Riziero Santi -, specifico che non si tratta ancora di una fase progettuale, ma con l’Unione dei Comuni e con i singoli sindaci c’è stata una convergenza e attraverso un budget minimale proviamo ad affrontare un tema caldo, che potrà svilupparsi nei prossimi sei-sette anni”. L’obiettivo dell’ente è quello di ottenere i finanziamenti nel corso del 2022 e arrivare allo sviluppo del progetto nel 2023.

Viabilità - Nuovi lavori al Ponte Verucchio

L’intenzione è quella di disegnare dove possibile un tracciato completamente nuovo e attivare lavori di miglioria in quei tratti dove la strada resterà quella originale. Il lavoro di redigere lo studio di fattibilità è stato affidato allo studio tecnico Preger che ha voluto sottolineare come “ci sarà un attento confronto con i comitati, oltre che con gli amministratori dei singoli enti locali, per arrivare a una soluzione il maggiormente condivisa”.

La notizia è accolta con interesse anche dalla neo presidente dell’Unione dei Comuni Valmarecchia Stefania Sabba: “C’è la voglia e la maturità di condividere un percorso comune, con l’obiettivo di ripensare nel suo complesso la viabilità della Marecchia. L’elaborazione immagina proprio tracciati completamente nuovi”. Anche i sindaci presenti all’incontro, da Stefano Zanchini (Novafeltria) a Leonardo Bindi (San Leo), plaudono la Provincia per il coordinamento svolto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia spinge sull'acceleratore, vuole costruire la nuova Marecchiese veloce

RiminiToday è in caricamento