menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Provoca incidente, scappa e dà fuoco all'auto, rintracciato dai carabinieri

Per il giovane incosciente non era la prima volta che utilizzava lo stesso sistema dopo un sinistro

I carabinieri delle Stazioni di Morciano di Romagna e Montefiore Conca, al termine di una serie di attività investigative, hanno denunciato a piede libero un 39enne originario di Belvedere Marittimo e residente a Morciano di Romagna per i reati di omissione di soccorso e simulazione di reato. L'uomo, che già in passato aveva utilizzato lo stesso metodo, lo scorso 20 ottobre si trovava al volante della propria Fiat Stilo sprovvista della copertura assicurativa e aveva provocato un incidente in via Conca di Montefiore. Dopo aver tamponato una vettura, il 39enne era scappato senza prestare soccorso agli occupanti dell'altro veicolo che erano poi stati soccorso dal 118 e portati in pronto soccorso da dove erano stati dimessi con prognosi di 20 giorni.

Il pirata, dopo il sinistro, era fuggito in uno stradello nei pressi del fiume Conca dove aveva dato alla fiamme la Stilo per poi presentarsi ai carabinieri denunciandone il furto. La carcassa dell'auto era stata ritrovata dai militari dell'Arma e, le circostanze, hanno subito suscitato dei sospetti sul 39enne che era già noto alle forze dell'ordine proprio per un fatto identico avvenuto in passato. Le indagini si sono così concentrate sulle telecamere a circuito chiuso del territorio che hanno smentito il racconto dell'automobilista. Una successiva perquisizione domiciliare ha inoltre permesso ai carabinieri di recuperare non solo gli indumenti utilizzati il giorno dell'incidente ma, anche, le targhe ed i documenti del veicolo che a dire del 39enne erano stati distrutti dalle fiamme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento