Puntano il Rolex e aggrediscono due passanti: arrestati

Il 15enne e' stato trasferito al carcere minorile 'Pratello' di Bologna gli altri due ai 'Casetti' di Rimini in attesa dell'udienza di convalida. 

Sono stati picchiati mentre passeggiavano sul lungomare di Marina. E' successo intorno alle 2 nei pressi del bagno 23. I due turisti, un bolognese ed un faentino trentenne, sono stati aggrediti alle spalle e picchiati con un casco da motociclista da tre giovani campani di 15 19 e 20 anni, residenti a Rimini ma di origini napoletane. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, volevano rapinarli del Rolex del valore di circa 6mila ero ed i telefoni cellulari di entrambi.

Le due vittime hanno cercato disperatamente di resistere, riuscendo a conservare i beni sopra descritti ma uno dei due, avendo perso conoscenza per qualche istante, al risveglio si era accorto dell’ammanco della propria fede nuziale e della somma di 55 euro.

I poliziotti, avuta la descrizione dei tre si sono gettati all’inseguimento, due a bordo del fuoristrada e due a piedi per cercare di precludere ai delinquenti ogni via di fuga, fuga che durava veramente poco, in quanto appena qualche minuto dopo venivano intercettati in via Paolo e Francesca, mentre cercavano di nascondersi dietro alcuni bidoni della spazzatura. Vistosi scoperti, i tre hanno accennato ad una fuga ma invano, in quanto sono stati tutti bloccati in sicurezza e ammanettati dagli Agenti. Durante le fasi dell’arresto uno dei tre ha opposto viva resistenza e nel contempo si è lasciato andare a tutta una serie di minacce nei confronti dei poliziotti affermando di essere di Napoli e di sapere come farla pagare agli agenti che lo stavano arrestando.

Il terzetto, composto da due maggiorenni di 19 e 20 anni e da un minorenne, tutti residenti a Rimini ma originari del capoluogo campano, sono stati condotti in Questura per la stesura degli atti e le procedure di identificazione per poi essere tradotti in carcere - per il minorenne quello minorile di Bologna - a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il reati contestati sono quelli di rapina aggravata in concorso e lesioni e, per uno dei tre, di resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Le vittime hanno riportato vari traumi facciali ed ecchimosi varie nonché, per uno dei due, la frattura di una costola, per una prognosi rispettivamente di 22 e 12 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento