Cronaca

Qualità della vita di bambini, giovani e anziani: Rimini sprofonda nella classifica

Secondo la classifica stilata da IlSole24Ore il capoluogo si piazza negli ultimi posti in tutte e tre le categorie, unica voce positiva il rapporto tra bar e discoteche e popolazione

Cagliari si distingue per essere una provincia a misura di bambino. Ravenna un luogo attraente per i giovani. Trento svetta per il benessere degli anziani. Tre province molto diverse “vincono” la sfida della Qualità della vita declinata per i tre target generazionali, in base agli indicatori statistici selezionati dal Sole 24 Ore. Se per parlare di benessere in generale bisognerà aspettare la tradizionale classifica di fine anno, nel frattempo le tre nuove classifiche “generazionali” (ciascuna composta da 12 parametri) misurano con i numeri la vivibilità dei territorio per bambini, giovani e anziani. Gli indicatori sono stati selezionati per evidenziare particolari aspetti che influenzano la qualità della loro vita. Ad ogni parametro è stato poi assegnato un punteggio per ciascuna provincia da 0-1000. E la classifica finale è il risultato della media dei punteggi conseguiti. I tre nuovi indici documentano così la capacità delle istituzioni di mettere in campo servizi efficienti, le relative condizioni di vita, le lacune nei confronti dei più fragili e le aspettative dei più giovani. Ne emerge un racconto che mette in luce come, da nord a sud, i divari territoriali sono purtroppo anche generazionali.

Nella classifica stilata dal quotidiano economico, tuttavia, Rimini ne esce con le ossa rotte piazzandosi sempre molto oltre la seconda metà dell'elenco in tutte le voci che contano. Nella macrocategoria Bambini (0-12 anni) la provincia si piazza al 91esimo posto su107 realtà italiane. Analizzando le varie voci che comportano questo risultato spicca quella dei crimini ai danni dei minori (87esima), e la mancanza di scuole con palestre e piscine (102esima) e anche per la retta media degli asili (99esima) e lo spazio abitativo (96esima). Meglio per quanto riguarda la presenza di pediatri (27esima), l'accessibilità delle scuole (12esima) ma non per il numero degli studenti che affollano le aule (87esima) mentre rimane nella prima metà della classifica (22esima) per quanto riguarda lo sport.

Nella macrocategoria Giovani (18-35 anni) il riminese da sempre sogno di qualsiasi adolescente sprofonda in 97esima posizione battuta clamorosamente da Ravenna che conquista il gradino più alto del podio. A determinare questo deludente risultato un tasso di disoccupazione che vale il 30esimo posto della classifica, la 53esima casella per numero di laureati, una scarsa imprenditorialità giovanile (98esima) e alti canoni di affitto (quarto posto). Per quanto riguarda il quoziente di nunzialità si piazza al 46esimo posto e al 50esimo per l'età del primo parto. Solo sul fronte del tempo libero arrivano risultati leggermente migliori: 16esimo posto per numero di bar e discoteche, 38esimo per i concerti e 55esimo per aree sportive all'aperto. Male anche per quanto riguarda la pubblica amministrazione che, secondo la classifica, è troppo anziana: alla voce Amministratori comunali con meno di 40 anni la provincia si piazza nella 95esima casella.

Nella macrocategoria Anziani (over 65) la provincia di Rimini è 67esima in classifica generale. Se sul fronte sanitario il territorio è ben fornito di medici specialisti in geriatria (11esimo posto), il consumo di farmaci per malattie croniche porta il riminese al 17esimo posto con una mortalità per demenza senile e malattie del sistema nervoso che vale la 19esima posizione. Per quanto riguarda l'assistenza ai malati, la provincia è al 50esimo posto per numero di infermieri, all'81esimo per la spesa dell'assistenza domiciliare e all'82esimo per il trasporto di disabili e anziani. Per il tempo libero gli over 65 possono contare sugli orti urbani (30esima) ma meno sulle biblioteche (77esima) e devono anche fare i conti con l'inquinamento acustico (50esima). Gli anziani riminesi fanno anche fatica a far quadrare i conti a fine mese se, per quanto riguarda l'importo medio delle pensioni, ci si piazza al 63esimo posto mentre per quelle di basso importo al 48esimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita di bambini, giovani e anziani: Rimini sprofonda nella classifica

RiminiToday è in caricamento