Quando un banale guasto ritarda i soccorsi

Sul posto è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri di Rimini e dei Vigili del Fuoco che ha permesso ai medici di entrare nell’abitazione, accertando poi le buone condizioni di salute del neonato

Quanto il malfunzionamento di un citofono può determinare il ritardo di un soccorso. E' quanto accaduto mercoledì sera a Rimini. Intorno alle 20 la centrale operativa del 118 ha riferito che il personale in ambulanza non riusciva ad accedere in un'abitazione per soccorrere un piccolo di 4 mesi che aveva accusato un malore.

Sul posto è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco che ha permesso ai medici di entrare nell’abitazione, accertando poi le buone condizioni di salute del neonato. Al termine degli accertamenti è emerso che il malfunzionamento del citofono aveva determinato l’iniziale disguido, poi superato con l’intervento dei Carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento