Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Marina Centro / Lungomare Claudio Tintori

Quarta rapina in 2 settimane per la tabaccheria, il malvivente catturato dal titolare del ristorante

Il rapinatore in fuga è stato inseguito dai passanti rischiando di essere linciato dopo aver scaraventato a terra due bambine

E' durata alcune decine di metri la fuga del rapinatore che, sabato sera, ha messo a segno un colpo alla tabaccheria Barcollando sul Parco del Mare di Rimini catturato dal titolare della piadineria a fianco della rivendita svaligiata e dai passanti. Il malvivente, un italiano 26enne di origini straniere, è entrato in azione verso le 22 quando si è presentato nel negozio e approfittando di un attimo di distrazione del titolare ha arraffato i contanti dalla cassa e numerosi Gratta&Vinci. Una volta ottenuto il malloppo l'uomo è fuggito in direzione del porto mentre dalla tabaccheria è partito l'allarme. Nella fuga il rapinatore ha scaraventato a terra due bambine che si trovavano tra i tavoli del ristorante La piada e il mare e, il direttore, si è messo ad inseguirlo fino a riuscire a bloccarlo a terra e a immobilizzarlo mentre sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri coi militari che hanno provveduto ad ammanettare il nordafricano per poi portarlo in caserma dove è stato arrestato per rapina e sarà processato per direttissima lunedì. Il bottino, 1400 euro in contanti e i tagliandi della lotteria istantanea, è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario.

"Per noi è la quarta rapina in due settimane - spiegano esasperati dalla tabaccheria. - Questo nuovo lungomare non è assolutamente controllato e i malviventi sono liberi di fare quello che vogliono. Quello che ci ha rapinato questa volta ha rischiato grosso perchè, dopo aver fatto cadere le bambine, si è ritrovato alle calcagna diverse persone. Quando il direttore della piadineria è riuscito a bloccarlo si è fatto subito intorno un capannello di gente che voleva linciare il rapinatore. Su questa situazione di abbandono che stanno vivendo le attività che si trovavano sul lungomare la scusa che ci è stata fornita dalle forze dell'ordine è che, adesso, nel Parco del mare le pattuglie non possono circolare in auto e così siamo abbandonati. Tra i disagi dovuti al cantiere e questa situazione di abbandono non ne possiamo più. Se l'estate inizia così non sappiamo come andrà a finire". "Ho visto un giovane che correva tra i tavoli del mio locale - aggiunge Nelson, direttore de La piada e il mare - e quando ha scaraventato a terra le bambine non ci ho pensato due volte e mi sono messo a rincorrerlo. Poche decine di metri e l'ho afferrato bloccandolo a terra. Questa volta il rapinatore ha rischiato grosso perchè le tante persone che hanno assistito alla scena, alcune delle quali anche loro impegnate nell'inseguimento, volevano farsi giustizia da soli. Per fortuna la pattuglia dei carabinieri è arrivata prima che gli animi si surriscaldassero ulteriormente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarta rapina in 2 settimane per la tabaccheria, il malvivente catturato dal titolare del ristorante

RiminiToday è in caricamento