Quattro colpi di pistola contro l'auto in fuga, illeso il guidatore

Il ragazzo al volante di una Lancia Ypsilon ha ignorato l'alt della polizia Stradale cercando di investire un agente

Quattro colpi di pistola quelli esplosi da un agente della polizia Stradale contro una vettura che, nel pomeriggio di sabato, ha ignorato l'alt della pattuglia. Il parapiglia si è scatenato alla rotatoria tra via Tonale e la Statale 16 Adriatica quando, verso le 15.30, un automobilista al volante di una Lancia Ypsilon non avrebbe seguito le indicazioni del personale della Stradale che gli indicavano di accostare e, allo stesso tempo, avrebbe quasi investito l'agente. Quest'ultimo, che solo per un soffio ha evitato di essere centrato in pieno, ha estratto la pistola d'ordinanza esplodendo quattro colpi ad altezza d'uomo che hanno raggiunto i quattro angoli del parabrezza dell'utilitaria che ha proseguito la sua fuga lungo via Tonale in direzione mare.

La pattuglia si è messa all'inseguimento della Lancia e, solo arrivati all'altezza del ponte degli scout, sono riusciti a bloccare il fuggitivo rimasto illeso nonostante le pallottole che volavano nell'abitacolo. Sul posto sono accorse le altre pattuglie della Stradale e le Volanti della polizia di Stato. Il personale della Scientifica ha repertato i quattro bossoli esplosi dalla Beretta d'ordinanza dell'agente ed effettuato i rilievi di rito mentre, gli inquirenti, hanno ascoltato il fuggitivo che non è stato arrestato. Si cerca di capire il motivo che ha spinto l'automobilista, rimasto comunque visibilmente scosso, ad ignorare l'alt. Dai primi accertamenti, infatti, non si tratterebbe di un malvivente e la Ypsilon aveva tutti i documenti i regola per circolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Identificato come un 28enne riminese, è stato denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale. Agli inquirenti, che gli hanno chiesto il motivo della fuga, il ragazzo avrebbe candidamente ammesso di "andare di fretta" perchè era atteso dalla propria fidanzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento