Misano è la più attenta alla raccolta differenziata della Riviera

Dalla buona pratica ai buoni risultati. Dal 2008 è cresciuto notevolmente il quantitativo di rifiuti differenziati raccolti sul territorio, tanto che Misano continua ad essere uno dei comuni più attenti del riminese

Dalla buona pratica ai buoni risultati. Dal 2008  è cresciuto notevolmente il quantitativo di rifiuti differenziati raccolti sul territorio, tanto che Misano continua ad essere uno dei comuni più attenti della provincia di Rimini alla civile pratica della raccolta differenziata. In 4 anni l’immondizia indifferenziata è diminuita del 26% passando dai 6.359.590 Kg del 2008 ai 4.694.030 chili; a sua volta la raccolta differenziata nello stesso arco di tempo è incrementata di oltre la metà, ovvero del 50,46%.

Dati in continua ascesa, a sinonimo di una sensibilità entrata a far parte della consuetudine, infatti, la raccolta differenziata è cresciuta del 4,12% nell’ultimo anno consentendo una decremento della racconta indifferenziata del 6,35%. La centrale di smistamento di rifiuti ha fornito alcuni dati interessanti e significativi sulla produzione di rifiuti dei misanesi. Il 44% è costituito da rifiuti indifferenziati, il 17% da scarti di sfalci e potature, l’11% da scarti biologici di mense e cucine, il 10% di carta, il 6% di vetro, il 5% di imballaggi leggeri, il 4% di ingombranti  e il 3% di altri rifiuti.

Per quanto riguarda la Raccolta Differenziata la maggiore parte dei rifiuti riposti è costituita dagli sfalci e potature pari al 31% del totale riciclato, il 20% riguarda scarti biologici di mense e cucine, il 17% carta, l’11% vetro, il 9% imballaggi, 7% ingombranti e il 5% altri rifiuti. Nell’ultimo anno si è assistito ad un notevole aumento del deposto di rifiuti alla isola ecologica. Si tratta un risultato molto importante conseguito anche grazie alla campagna informativa e di sensibilizzaizione.

Ma dove finisce tutto il materiale riciclato? Saperlo può incentivare l'impegno al riciclo, così Hera ha avviato il progetto 'Sulle tracce dei rifiuti' che traccia e monitora la filiera del riciclo. Dall'indagine è emerso  che più del 90% dei rifiuti prodotti viene recuperato: nel 2010 esattamente il 92,1%. Ciascun abitante ha raccolto 64,6 Kg di carta, 63,1 Kg di verde, 45 Kg organico, 28,4 Kg vetro, 23,4 Kg di legno, 21,6 di plastica, 2,9 Kg di ferro, 1,6 Kg di metalli. La raccolta differenziata incide sulla percentuale di materiale recuperato e riduce gli scarti che devono essere smaltiti in discarica  o nei termovalorizzatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento