Raccolta rifiuti, operatori ad hoc per interfacciarsi con le attività economiche della zona mare

L'assessore Ermeti: “Opportunità di influire positivamente sull’immagine di una città più ordinata e accogliente”

Per andare incontro alle esigenze di decoro a partire dai principali assi commerciali della città consentendo una rapida ed efficace raccolta dei rifiuti, Comune di Riccione, Geat ed Hera metteranno a disposizione personale specifico e formato per interfacciarsi con le attività economiche e svolgere un’azione di supporto sulle modalità di conferimento dei rifiuti e gli orari di ritiro. Si tratta di un servizio aggiuntivo e di un ulteriore punto di riferimento per evitare la permanenza di rifiuti urbani riposti fuori dagli esercizi commerciali negli orari non consentiti. Il servizio, illustrato in un incontro dall’assessore all’ambiente Lea Ermeti ai rappresentati dei comitati locali,verrà affiancato in questo periodo ad alta densità di popolazione, a quello di raccolta domiciliare dei rifiuti urbani per le utenze non domestiche nella zona turistica.

Con questa iniziativa sarà favorito sia il contatto diretto con l’operatore del gestore, per quanto riguarda il supporto alla raccolta nei passaggi serali o di controllo, così come la pulizia delle aree e il contatto diretto con le attività economiche che riceveranno delucidazioni a necessità varie come la riduzione del volume del rifiuto o conferimenti straordinari fuori orario. Un lavoro di sostegno utile anche allo svuotamento dei piccoli contenitori stradali e alla pulizia delle aiuole.

“Abbiamo messo in campo - afferma l’assessore all’ambiente Lea Ermeti - una serie di servizi, sia sopra che sotto la ferrovia, per facilitare e promuovere una raccolta differenziata sempre più attenta e precisa. L’incontro avuto con i rappresentanti dei comitati va in questa direzione: garantire, e dove necessario, rendere più ordinato lo spazio antistante la propria attività attraverso una giusta collaborazione. E’ rilevante l’immagine rimandata ai nostri turisti sul versante del decoro, come più volte ho sottolineato, a partire dal rispetto del conferimento dei rifiuti. Ecco perché chiedo che venga accolta questa opportunità promossa dall’Amministrazione di influire positivamente sull’immagine e la volontà di mantenere la propria città più ordinata e accogliente. La nostra città è la nostra casa, le strade sono i nostri spazi verso i quali tutti noi, pubblico e privato, abbiamo il dovere di garantire rispetto. Solo con una maggiore differenziazione, e al contempo un senso civico maggiore da parte di tutti, si arriva a buoni risultati. Vorrei ricordare un altro servizio introdotto e, in corso di attivazione graduale, in questi giorni: l’estensione a Riccione Paese del porta a porta che sarà presto oggetto di un incontro con operatori e cittadini per fare il punto sull’introduzione del nuovo sistema di raccolta. Dopo l’estate proseguiremo su questa strada con l’eliminazione dei cassonetti da tutto il suolo pubblico. Evitare situazioni di degrado con sacchetti fuori dai cassonetti, conferire in maniera differenziata ed ordinata i rifiuti sono prerogative indispensabili di una Comunità quale è la nostra Riccione”.

Un utile supporto alle attività di controllo e informazione viene anche svolto dalle Guardie Ecologiche Volontarie, che per convezione, ricoprono servizi infrasettimanali di informazione e vigilanza ambientale. Le Gev ,nei giorni scorsi, hanno distribuito su input dell’amministrazione, materiale informativo relativo alle modalità di conferimento dei rifiuti non domestici, agli operatori economici dei viali Ceccarini, Dante, Gramsci, San Martino e Verdi, oltre che a bagnini e chioschisti. Le Gev collaborano con i servizi di polizia locale per il controllo del territorio, la prevenzione e l’accertamento degli illeciti amministrativi. In materia di ambiente si occupano di controlli nei parchi e giardini, tutela del verde pubblico e controllo dei sacchetti e dei rifiuti abbandonati.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento