Raccolta rifiuti: Verucchio comune virtuoso, in arrivo le fototrappole

Il 2019 chiuso con il 70.5% di raccolta differenziata, quasi 3mila euro di sanzioni per conferimenti non a norma

Foto archivio

Verucchio chiude il 2019 con il 70.5% di raccolta differenziata segnalandosi come Comune più virtuoso di tutta l’area nord della provincia e nei primi quattro mesi viaggia sopra la media richiesta dalla Regione. L’assessora all’ambiente Sabrina Cenni: “Nel 2020 siamo saliti al 73.25% di media (+8% in un anno e +10% nel biennio) con aprile addirittura al 76%. Ringraziamo i cittadini per aver risposto alle nostre sollecitazioni adeguando prontamente lo stile di vita”. L’assessore al bilancio Roberto Sandon: “I sacrifici chiesti sulla Tari per lanciare servizi quali il porta a porta e i nuovi moderni cassonetti hanno portato a quello che speravamo in ancora meno tempo del previsto”. A inizio settembre l’istallazione delle fototrappole, dalle guardie ecologiche volontarie sanzioni per quasi 3000 euro

Un incremento del 3.5% in dodici mesi che avvicina a grandi passi la quota del 73% posta dalla Regione Emilia Romagna come obiettivo da raggiungere al 31 dicembre 2020. E un primo  quadrimestre del nuovo anno che rende più che concreta la possibilità, visto che fra il 1° gennaio e il 30 aprile 2020 la media di raccolta differenziata si attesta addirittura al 73.25%. Con aprile che sfonda anche il muro del 75% e registra il 76, il 15% in più dello stesso mese del 2018. Numeri record che hanno fatto del Comune di Verucchio il più virtuoso dell’intera area nord della provincia, quello con la percentuale di indifferenziato più alta fra Rimini e l’intera Valmarecchia.

Sono 3.880.108 i chilogrammi di rifiuti indifferenziati smaltiti nel corso del 2019 dai cittadini di Verucchio sui 5.501.707 complessivi (gli indifferenziati sono quindi stati 1.621.599). Circa quattromila tonnellate che si traducono in una percentuale del 70.5% contro il 67% con cui si era chiuso il 2018. “Il trend di crescita costante ci dice che le novità introdotte sono andate via via a regime e hanno prodotto gli effetti desiderati. In un bilancio che aveva mantenuto inalterate tutte le altre tariffe era stato chiesto un sacrificio sulla Tari proprio per coprire l’entrata in vigore del servizio porta a porta (a febbraio nel capoluogo, poi nel forese e l’intenzione e di estenderlo in altre piccole zone e poi nella maniera più diffusa possibile), la sostituzione di cassonetti con nuove tipologie di contenitori e la sistemazione delle isole ecologiche. Oggi possiamo dire che il sacrificio ha riscontro nei fatti e che questo dato e quello di un inizio 2020 ancor più incredibile sono la testimonianza di come quel sacrificio per i cittadini avesse una traiettoria ben definita. Cogliamo anzi l’occasione per ringraziare la popolazione che con il proprio stile di vita ci porta a poter evidenziare risultati tanto importanti” commentano in coro l’assessora all’ambiente Sabrina Cenni e quello al bilancio Roberto Sandon che aveva anche la delega all’ambiente nel precedente mandato.

Cenni evidenzia quindi come il nuovo anno stia caratterizzandosi per un’ulteriore accelerata. “A gennaio la percentuale di indifferenziata è salita al 72%, idem a febbraio, a marzo e cresciuta ancora fino al 73% e ad aprile ha toccato come detto quota 76%. Ciò significa che il primo quadrimestre registri una media del 73,25% contro il 65.5% del primo quadrimestre 2019 (+8% in un anno) e addirittura il 63.5% di quello 2018, con una crescita praticamente in doppia cifra nel biennio. Tutto grazie a un percorso fatto di nuovi servizi e aggiustamenti: dopo aver testato il servizio per un primo anno a Pieve Corena, a metà febbraio 2019 abbiamo infatti introdotto il porta a porta nel capoluogo, dopo l’estate lo abbiamo esteso al forese e ora stiamo valutando di includere altre piccole zone. Da settembre, poi, tutti i contenitori stradali dell’indifferenziato sono stati sostituiti con dei nuovi dotati di calotte da 30 litri accessibili attraverso la nuova tessera per i servizi ambientali Carta Smeraldo; sono stati inoltre posizionati nuovi contenitori dedicati alla raccolta di sfalci e potature (anche questi apribili con la Carta Smeraldo) e i bidoni dell’organico sono stati sostituiti con nuovi contenitori dotati di oblò, con l’obiettivo di ridurre i conferimenti scorretti e migliorare la qualità del rifiuto raccolto. Proprio per questo, raccogliendo alcune sollecitazioni dei residenti è stato anche eliminato lo ‘scivolo’ presente all'interno dei cassonetti, probabile causa dell'impilamento dei sacchi che conseguentemente creava il blocco della calotta” prosegue, ricordando anche le altre iniziative, rivolte in primis alle nuove generazioni: “Da ‘Puliamo il mondo’ all’ordine del giorno sull’emergenza climatica e ambientale approvato in consiglio, passando per il contributo al progetto ‘Scuola sostenibile’, l’Albero per ogni nato che ci ha visto innestare decine e decine di piante di diverse specie (quattro nelle altrettante scuole in occasione della Giornata dell’Albero). Ma anche nuovi progetti come il già lanciato ‘Bevi in vetro’ e ‘Sfuso è meglio’ su cui siamo al lavoro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra le novità introdotte nel 2019 c’è stata anche la convenzione con le Guardie Ecologiche Volontarie, che monitorano periodicamente il territorio comunale. “E di qualche decina il numero delle sanzioni comminate a cittadini indisciplinati che hanno scaricato rifiuti al di fuori dei cassonetti. Sanzioni anche piuttosto pesanti per un importo complessivo di 3000 euro che ripaga il servizio e stanno iniziando ad avere un effetto deterrente. A breve, saranno inoltre coadiuvati dall’occhio elettronico: abbiamo infatti acquistato diverse fototrappole regolamentate dalla disciplina sulla videosorveglianza approvata in consiglio comunale che andremo a collocare in punti strategici del territorio: i sopralluoghi per l’installazione sono stati compiuti proprio questa settimana e a inizio settembre saranno operative” chiosa con l’ultimo annuncio l’assessora all’ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento