rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

I Radicali: "Il sesso a pagamento? Va regolato. L'ordinanza anti-prostituzione inutile, il sindaco la ritiri"

Ora Radicali Italiani pronti a manifestare con altre associazioni sotto il Comune: "Al posto di norme proibizioniste è necessaria la regolamentazione del sex work"

Il sex work, il sesso a pagamento, va regolamentato. Più diritti invece che raffiche di ordinanze. E' questa la posizione dei Radicali Italiani, che assieme a Sinistra Italiana Rimini e Cattolica Futura, ora sono pronti a scendere in piazza per manifestare. Accadrà questo giovedì (25 agosto), a partire dalle 9,30, quando insieme ad altre associazioni territoriali, si terrà di fronte al comune di Rimini una conferenza stampa contro l’ordinanza anti-prostituzione deliberata a giugno di quest’anno e che decadrà il 30 ottobre. I radicali chiedono al sindaco Jamil Sadegholvaad di ritirare l'ordinanza perchè "rappresenta solo una doppia condanna per chi è vittima di sfruttamento e la sicurezza di sicuro non è maggiormente garantita".

"Sappiamo che queste misure non hanno alcun effetto concreto sul fenomeno se non quello di criminalizzare clienti e chi si prostituisce: la multa non è un deterrente, anzi - sostiene chi è pronto a manifestare -. Come Radicali siamo convinti che al posto di norme proibizioniste sia necessaria la regolamentazione del sex work, perché il governo del fenomeno potrà essere efficiente anche nell’individuare e contrastare al meglio le mire dei circuiti criminali. D’altronde anni di ordinanze comunali hanno dimostrato il loro fallimento nella lotta allo sfruttamento della prostituzione, con l’unica conseguenza di andare a peggiorare le condizioni di lavoro e di salute delle persone che si prostituiscono".

Radicali Italiani riferisce di aver chiesto al sindaco la revoca del provvedimento non ricevendo per ora alcuna risposta. "Scendiamo quindi per strada, davanti al Comune, per sollecitare il sindaco Sadegholvaad a ritirare l’ordinanza. Quest’iniziativa si colloca all’interno di una campagna che Radicali Italiani sta portando avanti per promuovere nel nostro Paese un modello politico e giuridico di depenalizzazione della prostituzione che ad oggi rimane la strategia più efficace per tutelare i diritti delle e dei sex worker".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Radicali: "Il sesso a pagamento? Va regolato. L'ordinanza anti-prostituzione inutile, il sindaco la ritiri"

RiminiToday è in caricamento