Ragazza aggredita e presa a calci in stazione da una coppia, per i due scatta il Daspo urbano

Tra gli autori identificati dalla Polfer di Padova un riminese, la vittima massacrata tra l'indifferenza dei passanti

Si è chiusa con l'identificazione dei colpevoli, puniti per quanto fatto. Ma è senza dubbio una vicenda che fa ancora male. Perché è lo specchio dei nostri giorni, in cui a farla da padrona troppo spesso è l'indifferenza: tre anni di divieto di ritorno per un 41enne originario di Rimini e una 25enne della prima periferia padovana (ma entrambi senza fissa dimora), autori dell'aggressione avvenuta martedì 28 gennaio nella zona della stazione ferroviaria di Padova. A raccontare la vicenda è PadovaToday che spiega come, nella giornata di venerdì scorso, la coppia è stata identificata dagli agenti della Polfer della città veneta. Tutto era iniziato lo scorso martedì, quando una ventenne padovana è stata presa a calci e pugni nel piazzale antistante un fast food sotto gli occhi di decine di testimoni, la quasi totalità dei quali completamente indifferenti tanto che vi è anche un video dell'accaduto ripreso dal telefonino di uno di essi. Sul posto era prontamente giunta una volante della polizia, ma la ragazza picchiata (tossicodipendente in passato arrestata per furto e denunciata per rapina e per furto) oltre a rifiutare le cure mediche non ha spiegato il motivo del litigio e soprattutto non ha fornito le generalità dei due aggressori pur sapendo benissimo di chi si trattasse.

Ma non era l'unica a conoscerli: venerdì, infatti, prima il personale della Polfer li ha identificati - grazie anche alla presenza del cane con cui la coppia va sempre in giro - e quindi un equipaggio della sezione volanti li ha rintracciati proprio in zona Stazione e accompagnati in Questura, dove sono stati colpiti nell’immediatezza dalla misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di Padova per tre anni, emesso dal Questore Paolo Fassari. Entrambi gli aggressori hanno svariati precedenti: l'uomo, disoccupato, è stato più volte arrestato per furto e per spaccio oltre che denunciato per reati in materia di armi, contro la persona e la pubblica amministrazione nonché controllato con pregiudicati per gli stessi reati, mentre la 25enne è stata in passato arrestata per spaccio e più volte denunciata per furto oltre ad essere stata frequentemente controllata con pregiudicati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Complimenti alla Polizia Ferroviaria di Padova - ha commentatp Paolo Fassari, Questore della città veneta - che è riuscita ad identificare la coppia. Tuttavia dell’aggredita, a favore dei quali è stata stigmatizzata l’indifferenza dei presenti, nessuna traccia né voglia di denuncia. Anche tale indifferenza, purtroppo frequente, non consente di comprendere motivazioni e lesività dell’accaduto né dar corso alla procedibilità punitiva. La sicurezza la costruiamo tutti"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento