menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazza non lascia l'abitazione, picchiata dal coinquilino

Ragazza picchiata per non aver lasciato libero l'appartamento. Il fatto è avvenuto nel cuore della nottata tra lunedì e martedì a Rimini. A chiedere l'intervento al 112, intorno all'1.30

Ragazza picchiata per non aver lasciato libero l'appartamento. Il fatto è avvenuto nel cuore della nottata tra lunedì e martedì a Rimini. A chiedere l'intervento al 112, intorno all'1.30, è stata la madre della ragazza, attualmente impiegata in un albergo di Miramare come animatrice. La donna ha spiegato che la figlia era picchiata da un ragazzo, con cui lavora e condivide l’appartamento.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile sono intervenuti nell'abitazione segnalata, trovando la ragazza, 20 anni, con alcune lesioni al viso. Sul posto è giunta un'ambulanza, che ha trasportato la malcapitata all’ospedale di Riccione per le cure del caso. La donna non ha riportato lesioni gravi, mentre l’uomo, identificato dai Carabinieri intervenuti, è stato diffidato dal compiere analoghi comportamenti aggressivi.

Alcune ore prima, invece, il titolare di un noto ristorante di Viserbella, è stato costretto a chiedere l’intervento del 112 poiché la sua dipendente si era presentata nell’esercizio pretendendo dei soldi. Da li era nata una discussione molto animata, tanto che la ragazza se ne andava rompendo una bottiglia di vino e gettando a terra il registratore di cassa. Il datore di lavoro ha riferito all'Arma di aver dato incarico al proprio consulente per la liquidazione della ex dipendente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento