menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzine scatenate pestano selvaggiamente una coetanea

Tre 15enni segnalate alla Procura dei Minori per lesioni e rapina ai danni di una giovanissima turista

Sono stete denunciate alla Procura dei Minori tre 15enni, due milanesi e una marchigiana, componenti di una baby gang "in rosa" che domenica sera ha picchiato a sangue una turista di Verona a Riccione. Il parapiglia si è scatenato nella nottre di domenica quando, intorno alle 2.30 in piazzale San Martino, un gruppo di ragazzini tra pesaresi e milanesi ha incrociato tre coetanee venete in vacanza nella Perla Verde. A dar fuoco alle polveri pare sia stato un involontario contatto spalla contro spalla tra una delle veronesi e una delle marchigiane con quest'ultima che ha iniziato ad ad aggredire verbalmente la coetanea. Dalle parole irripetibili uscite dalla bocca di una ragazzina, quest'ultima è poi passata alle mani tra lo stupore dei passanti a cui sembrava di assistere a una lite tra scaricatori di porto. Alcuni adulti presenti hanno cercato di dividere le giovanissime ma, a questo punto, è scattato il branco di milanesi e pesaresi che ha dato man forte all'amica nel picchiare la veronese. Anche quando la 15enne è a terra, tre coetanee hanno infierito su di lei con calci e pugni nonostante altri passanti abbiano cercato di dividerle e, nel frattempo, dato l'allarme ai carabinieri.

Sul posto è accorsa una pattuglia dell'Arma coi militari che hanno trovato la giovane veneta in condizioni pietose tanto da dover chiamare l'ambulanza del 118 per soccorrerla. Nel frattempo il branco si era spostato di pochi metri e, i carabinieri, hanno provveduto a identificare tutti i componenti nonostante l'aria di sfida e di superiorità che i ragazzini tenevano. Alla fine sono state riconosciute le tre protagoniste principali del pestaggio che, portate in caserma, hanno continuato a tenere un atteggiamento più consono a un criminale incallito che a delle ragazzine. Anche davanti ai genitori, convocati dai carabinieri per andare a riprenderle, le 15enni non hanno battuto ciglio nemmeno quando al termine delle pratiche di rito sono state denuciate a piede libero. Oltre alle lesioni dovranno rispondere anche di rapina perchè, alla vittima, nel parapiglia è sparita una collanina d'oro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento