Il suo ex dipendente la fa rapinare: due arresti

a 64enne commerciante di Cattolica, mentre si recava, verso le 7 del mattino, ad aprire il proprio locale in spiaggia, si vedeva avvicinare da un giovane che la scaraventava a terra portandole via la borsa con cntante di 10.000 euro

Nella mattinata del 21 Settembre 2012, sono stati convalidati due fermi di indiziato di delitto, eseguiti lo scorso 18 settembre, a carico di due italiani di Potenza, un 21 enne  e un 37 enne incensurato, cuoco, entrambi ritenuti responsabili di aver commesso una rapina in danno di un’anziana commerciante di  Cattolica.

Le indagini, venivano avviate dai militari della Tenenza Carabinieri di Cattolica, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Riccione, quando la 64enne commerciante di Cattolica, mentre si recava, verso le 7 del mattino, ad aprire il proprio locale in spiaggia, si vedeva avvicinare da un giovane, con il volto travisato da un cappuccio, che la scaraventava a terra portandole via la borsa con all’interno la somma contante di 10.000 euro e si dileguava per le vie cittadine. La 64enne, immediatamente trasportata presso l’ospedale di Cattolica, veniva dimessa con una prognosi di 30 giorni per la frattura ad una vertebra.

I Carabinieri di Cattolica, dopo aver acquisito le prime informazioni testimoniali dei presenti, incentravano subito le indagini sull'ex cuoco e dipendente della rapinata che, da poco, aveva finito la collaborazione lavorativa e durante il rapporto lavorativo ed in più occasioni, si era rivolto ai gestori del locale per ottenere continui anticipi sulla busta paga. Successivi accertamenti, permettevano di rintracciarlo. quale ospite, unitamente al compaesano , presso una pensione di Cattolica. In particolare, proprio quest’ultimo, da informazioni assunte presso la struttura ricettiva, risultava corrispondere alle descrizioni fornite dalla denunciante quale autore materiale dell’aggressione.

I militari quindi organizzavano un servizio di osservazione nei pressi della struttura in attesa della presenza dei due autori e, una volta giunti, con loro procedevano ad una perquisizione domiciliare nella stanza della pensione che permetteva di rinvenire sia gli indumenti utilizzati per commettere la rapina e parte della somma di  denaro pari a 8600 euro, in quanto in parte spesa per alcuni regali ai familiari. I due ragazzi quindi venivano accompagnati in caserma e sottoposti a fermo di polizia dove confermavano la partecipazione all’evento delittuoso aggiungendo di aver agito, con premeditazione e riferivano che il delitto veniva eseguito materialmente dal 21 enne, mentre l’ex cuoco gli forniva solo le indicazioni utili, conoscendo bene le abitudini della ex titolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento