Cronaca Centro / Via Quattro novembre, 22

Tenta il colpo in gioielleria con una mazza: malvivente si avventa sulla vetrina poi fugge

Il ladro è fuggito a piedi, inseguito da uno dei titolari del negozio, ma è riuscito a far perdere le sue tracce. E' intervenuta la squadra volanti della polizia e la scientifica per i rilievi

Armato di una pesante mazza si è avventato contro la vetrina di una gioielleria. Audace tentativo di furto in pieno giorno e nel centro storico di Rimini dove, il malvivente, ha tentato di mettere a segno un colpo ai danni della gioielleria "Aldo Tamburini" di via IV novembre. Dai primi rilievi pare che lo sconosciuto abbia agito da solo e che, poco prima delle 11, stesse tenendo d'occhio la vetrina del negozio aspettando il momento propizio per entrare in azione. Mentre alcuni dei titolari sono usciti per recarsi nel laboratorio orafo che si trova sul retro, nel negozio sono rimaste solo due persone insieme a un clienti. Improvvisamente hanno sentito dei colpi fragorosi provenire dalla vetrina, dove erano esposti dei preziosi orologi "Iwc", e hanno notato il giovane che cercava di infrangere il vetro blindato. Almeno tre i colpi sferrati con tutta forza e che, solo per poco, non hanno distrutto il vetro mentre, uno dei titolari, è uscito di corsa per cercare di bloccare il ladro.

Visti vani i tentativi di impossessarsi dei costosi orologi, il ladro è fuggito verso piazza Tre Martiri per poi imboccare via Tempio Malatestiano in direzione di piazza Ferrari sempre tallonato da uno dei titolari. Arrivato in piazza Ferrari, il malvivente si è trovato davanti il dipendente di un corriere, che conosceva i Tamburini, il quale vista la scena ha cercato di placcare il ladro ma, quest'ultimo, ha estratto dalla tasca una bomboletta di spray urticante e ha spruzzato in direzione dell'uomo per poi fuggire nuovamente facendo perdere le proprie tracce. Nella corsa il ladro, un ragazzo sui 30 anni, ha abbandonato sia la mazza che il cappellino con il quale aveva travisato il volto e, tutti gli oggetti, sono stati sequestrati dalla polizia. In via IV novembre sono intervenute le Volanti, il personale della squadra Mobile e della Scientifica per individuare eventuali tracce lasciate dal malvivente. Sono stati acquisiti anche i filmati delle telecamere a circuito chiuso della zona e del negozio per cercare elementi preziosi in grado di dare un volto al ladro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il colpo in gioielleria con una mazza: malvivente si avventa sulla vetrina poi fugge

RiminiToday è in caricamento