Adesca e rapina una prostituta al 'Marano': arrestato dopo sette mesi

Nella prima mattinata di lunedì a Montellabbate, in provincia di Pesaro Urbino, al termine di una intensa ed estenuante attività info-investigativa iniziata immediatamente dopo una denuncia per rapina e sequestro di persona

Nella prima mattinata di lunedì a Montellabbate, in provincia di Pesaro Urbino, al termine di una intensa ed estenuante attività info-investigativa iniziata immediatamente dopo una denuncia per rapina e sequestro di persona sporta da una prostituta rumena di 20 anni il 29 aprile scorso, i Carabinieri di Riccione hanno arrestato D.A., 23enne albanese residente proprio a Montellabate.

Era la mezzanotte di quel 29 aprile quando la ragazza, che si stava prostituendo al 'Marano' insieme ad altre connazionali, venne avvicinata da un'auto condotta da un giovane che la fece salire a bordo dopo aver contrattato una prestazione sessuale. Ma dopo pochi metri la donna è stata bloccata con un braccio attorno al collo da parte di un altro uomo nascosto nel sedile posteriore. La giovane ha così tentato la fuga aprendo la portiera ma è stata trattenuta per i capelli e schiaffeggiata dai due malviventi.

Durante il tragitto la donna venne minacciata e costretta a consegnare il telefono cellulare, due anelli e la somma di 100 euro. Successivamente fu abbandonata in una località di Riccione. La 23enne avvertì così i militari che avviarono le indagini partendo dalle descrizioni della vittima, dal numero parziale di targa, per poi proseguire con accertamenti tecnici sul cellulare rapinato e su quello dell’intestatario della targa del veicolo, che, dopo varie ricerche, venne completato.

Dopo qualche giorno la vittima, nel corso dell’individuazione fotografica, riconobbe l’autore della rapina ai suoi danni, e, visto che anche l’analisi del tabulato telefonico del presunto autore portava ad acquisire ulteriori elementi di reità nei suoi confronti, i militari apposero nero su bianco per una richiesta di custodia cautelare, pienamente condivisa dalla locale Autorità Giudiziaria, eseguita appunto questa mattina. L’arrestato è stato accompagnato presso il carcere di Pesaro a disposizione dell’autorità giudiziaria di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento