Rapina in villa, catturato un 34enne

E’ accusato di aver commesso una serie di furti in abitazione in Romagna ed una rapina in villa lo scorso 10 marzo a Città Sant’Angelo, in provincia di Pescara, insieme a due complici. In manette un 34enne albanese

E’ accusato di aver commesso una serie di furti in abitazione in Romagna ed una rapina in villa lo scorso 10 marzo a Città Sant’Angelo, in provincia di Pescara, insieme a due complici ancora da identificare. Un albanese di 34 anni è stato arrestato martedì mattina in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Pescara ed eseguita nella casa circondariale di “San Vittore” dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Riccione.

LA RAPINA – Il 10 marzo scorso, il 34enne, insieme a due complici, si infiltrarono nell’abitazione di un commerciante di 34 anni. Con la complicità di altri due malviventi, chiusero la vittima nella camera da letto, portando via 6mila euro, assegni per un importo complessivo di 70mila euro, carte di credito, oggetti di valore ed una Mercedes classe S 320 con la quale si erano allontanati. Subito sono scattate le indagini degli uomini dell’Arma.

LE INDAGINI – Con l’arresto di tre individui, avvenuto il 31 marzo scorso, inseriti in un sodalizio criminale dedito ai furti in appartamento operante in provincia di Milano e lungo tutta la Riviera Adriatica, dall’Abruzzo alla Romagna, i militari hanno raccolto prove riguardanti la responsabilità del 34enne come componente del gruppo di rapinatori che ha colpito a Città Sant’Angelo.

REFURTIVA - Tra il 30 ed il 31 marzo 2011, a Milano, i Carabinieri di Riccione erano riusciti a bloccare i tre albanesi che durante quella stessa notte avevano messo a segno 5 furti in abitazione, recuperando refurtiva per un valore complessivo di oltre 60mila euro, in parte restituita alle vittime ed in parte sottoposta a sequestro (un’Alfa Romeo 166, 6 pc portatili, 14 telefoni cellulari, 2 orologi, 3 macchine fotografiche digitali, 2 televisori al plasma, 2 console Playstation, monili in oro e quadri per un valore complessivo di oltre 4mila euro ed oltre 2000 euro di denaro contante).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento