rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Rapinano un minimarket: botte al titolare e bottiglie contro la polizia

Tre ragazzi hanno rapinato e derubato il titolare di un'attività commerciale nella zona di Miramare

Schiffi e un calcio al petto contro il titolare di un minimarket di Miramare. Ma non solo. Un gruppo di ragazzi ha anche cercato di spaccargli una bottiglia in testa per rubare due confezioni di pane a fette del valore di quattro euro. Si sono poi dati alla fuga e hanno lanciato delle bottiglie di vetro e un cassonetto contro i poliziotti. Due di loro, un 18enne e un 16enne tunisini, già noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati con l’accusa di rapina in concorso, mentre l’altro connazionale è riuscito a fuggire.

La segnalazione alla Sala operativa della questura di Rimini è arrivata venerdì sera intorno alle 20.30. Tre giovani, di origine magrebina, erano entrati in un minimarket di viale Regina Margherita, dove si aggiravano con fare sospetto tra gli scaffali. Il proprietario li ha seguiti con lo sguardo e all’improvviso ha riconosciuto uno dei tre, il 18enne. La sera prima, infatti, insieme ad un altro connazionale, gli aveva rubato alcuni prodotti. “Andate via”, ha urlato l’uomo, ma i tre hanno subito reagito aggredendolo. Il titolare ha provato a difendersi, ma ha ricevuto in testa un colpo con una bottiglia di vetro.

Durante l’aggressione i due complici hanno arraffato dei prodotti dagli scaffali e scappando hanno continuato a lanciare bottiglie e succhi. La richiesta d’aiuto alla polizia e la descrizione dei tre ha permesso agli agenti delle Volanti di intercettarli in via Pomezia. Il terzetto non si è però placato e ha accerchiato due poliziotti e li ha attaccati. Due bottiglie di vetro si sono infrante contro la Volante e un cassonetto dell’immondizia ha mancato di poco un poliziotto. Poi la fuga verso via Tirrenia, con gli agenti all’inseguimento. Due di loro, il 18enne e il 16enne, sono stati fermati. Il terzo invece è riuscito a dileguarsi.

I giovani rapinatori, risultati essere irregolari sul territorio italiano, hanno a loro carico numerosi precedenti. Il 18enne in particolare ha precedenti per invasione di terreni ed edifici, violazione di domicilio, rapina, ricettazione e furto aggravato, tutti commessi dall’ottobre scorso in poi, data del primo fermo. A documentare la violenta rapina le immagini di videosorveglianza del minimarket, che li hanno inchiodato. Il 18enne e il 16enne sono stati arrestati per rapina in concorso: il primo si trova in carcere, il secondo nel centro di accoglienza per i minori di Bologna. Le forze dell'ordine sono sulle tracce del terzo ragazzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano un minimarket: botte al titolare e bottiglie contro la polizia

RiminiToday è in caricamento