Rapinatore russo in vacanza a Rimini arrestato dalla polizia

Il 43enne, accusato di aver commesso una rapina a mano armata a Firenze, è stato individuato grazie alle schede di notifica elettroniche. Per lui si sono aperte le porte del carcere

A tradire un 43enne russo, in vacanza a Rimini in un hotel di viale regina Elena, sono state le schede di notifica elettroniche e, quando il suo nome è stato immesso nella banca dati delle forze dell'ordine, in Questura è subito scattato l'allarme. L'uomo è stato arrestato dalla polizia nel pomeriggio di lunedì in quanto ricercato per una rapina a mano armata commessa a Firenze, nel 2010, insieme ad altri complici. Data la pericolosità del soggetto, all'albergo si sono presentate tre pattuglie della squadra Volante e una della Mobile con gli agenti che, con la dovuta cautela data la pericolosità del soggetto, gli hanno notificato l'ordine di custodia cautelare in carcere e lo hanno trasferito ai "Casetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento