Cronaca

"Rapsodie romagnole, strane storie di questa terra"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Roberto Mercadini, la Romagna e le sue strane storie nella comicità di un moderno cantore. Venerdì 10 febbraio alle ore 21.00 ultimo appuntamento con gli spettacoli serali della stagione di Comico, che lascerà il posto, da domenica 19 Febbraio, alle pomeridiane di A teatro con mamma e papà. La serata è affidata a Roberto Mercadini, grande narratore e affabulatore, con RAPSODIE ROMAGNOLE, STRANE STORIE DI QUESTA TERRA. "Rapsodia" è un termine è di origine greca ed indicava la presentazione da parte di un rhapsoidos, cantore o narratore, della parte di un poema nel corso di una narrazione epica, a carattere molto libero e variegato. Ben si adatta alla descrizione di questo monologo di Roberto, moderno rapsodo ma in chiave comica delle "strane storie" della terra di Romagna. "Rapsodie romagnole" è infatti un caleidoscopio di storie e personaggi che partono dalla Romagna, o che alla Romagna arrivano (compiendo, spesso, percorsi assai tortuosi): Sant'Antonio da Padova (che non si chiamava Antonio e che non veniva da Padova); Guido da Montefeltro, che mise sotto assedio i suoi stessi assediatori; poi la cantante Marietta Alboni, che Whitman definì «sorella dei più alti dèi» e qualcun altro «un elefante che si è ingoiato un usignolo»; il folle, meraviglioso Olindo Guerrini, che difese un personaggio di fantasia in un tribunale vero. E molti altri ancora. Roberto Mercadini si definisce così: "Sono un poeta, un monologhista, un narratore. Io recito poesie. Ma prima recito monologhi sulle poesie che recito. Io racconto storie. Ma dopo racconto storie sulle storie che racconto. E sembro tutto tranne un poeta. Dicono. Io, dicono, sono molte cose diverse tutte assieme. Può darsi. A me, comunque, piacciono molto le cose che sono molte cose diverse tutte assieme. Il mio libro preferito, per esempio, è Moby Dick. Altro? Rido fortissimo. Non so ballare. A volte mi sembra di essere Superman. A volte no." Dopo lo spettacolo: #ChiacchierealVilla nello spazio degustazione offerto da Birra Amarcord.

Teatro Giustiniano Villa Direzione e organizzazione Associazione Città Teatro via Tavoleto 69, frazione Sant'Andrea in Casale - San Clemente (RN) Informazioni e prenotazioni: tel 391.3360676 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00). Prenotazioni via mail: teatrovilla@cittateatro.it La piccola stagione del Teatro Villa è organizzata da Città Teatro e dal Comune di San Clemente (RN), con il contributo della Regione Emilia Romagna; grazie a Birra Amarcord. Direzione e organizzazione Associazione Città Teatro. www.cittateatro.it/teatrovilla

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rapsodie romagnole, strane storie di questa terra"

RiminiToday è in caricamento