rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Razzia di cavi di rame, i carabinieri arrestano i ladri in flagranza

I malviventi avevano preso di mira una ditta d’impianti elettrici industriali facendo man bassa del materiale custodito nel magazzino

Si è concluso con un paio di manette il tentativo di due malviventi di svaligiare un'azienda di impianti elettrici industriali. I ladri, entrambi 21enni di origini romene e già noti alle forze dell'ordine, sono entrati in azione a Rimini nella notte tra domenica e lunedì. Dopo aver forzato una porta della ditta sono entrati nel magazzino iniziando a fare man bassa di cavi di rame e materiale vario ma, nel frattempo, è scattato l'allarme che ha fatto intervenire una pattuglia dei carabinieri. Alla vista dei lampeggianti i ladri, con l'auto carica di refurtiva, hanno tentato la fuga ma sono stati bloccati e arrestati. Portati in caserma con l'accusa di furto aggravato, i 21enni sono stati processati per direttissima lunedì mattina e il giudice, dopo aver convalidato il fermo, li ha rimessi in libertà in attesa della prossima udienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia di cavi di rame, i carabinieri arrestano i ladri in flagranza

RiminiToday è in caricamento