rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

Razzismo al ristorante, la Cgil: "Nelle aziende non devono trovare spazio simboli ed effigi fasciste"

Il sindacato: "Serve evidentemente proseguire e rafforzare il lavoro di diffusione di una cultura democratica ed antifascista in tutti i luoghi di lavoro"

Sul caso di razzismo denunciato da una donna di colore che ha cenato in un ristorante di Viserba interviene anche la Segreteria confederale della Cgil Rimini. "I fatti denunciati da Adjisam Mbengue e sua sorella Fatou rispetto a quanto accaduto al ristorante La Tana Marina di Rimini evidenziano quanto sia diffuso e sottovalutato il substrato culturale razzista e neofascista purtroppo radicato in troppa parte della società".

Che questo grave episodio sia poi avvenuto in un pubblico esercizio è un’aggravante. L’apologia del fascismo ed il razzismo non possono far parte del turismo riminese e più in generale devono vedere una condanna da parte di tutto il mondo dell’economia".

La Cgil di Rimini nel condannare i fatti denunciati, "ritiene ingiustificabile quanto accaduto nel locale. Nelle aziende non devono trovare spazio simboli ed effigi fasciste, serve evidentemente proseguire e rafforzare il lavoro di diffusione di una cultura democratica ed antifascista in tutti i luoghi di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzismo al ristorante, la Cgil: "Nelle aziende non devono trovare spazio simboli ed effigi fasciste"

RiminiToday è in caricamento