rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Refurtiva sparita, scarcerato il presunto rapinatore del Sigep

La difesa ha sollevato numerosi dubbi sulla ricostruzione fatta dalla vittima mentre l'accusato ha sempre negato ogni addebito

Scarcerato e sottoposto al divieto di dimora in Emilia-Romagna il 35enne algerino che, sabato scorso, era stato arrestato dalla Polfer in quanto ritenuto l'autore di una rapina tra gli stand del Sigep di Rimini. Il ragazzo, imprenditore e titolare di un'attività in Francia dove risulta essere anche incensurato, è difeso dall'avvocatessa Gisella Caltavuturo e davanti al gip durante l'interrogatorio di convalida si è detto completamente estraneo alla vicenda. Su di lui, inoltre, non è mai stato ritrovato il bottino di 12mila euro che avrebbe sottratto nel padiglione fieristico. Una ricostruzione, quella delle vittime, che secondo la difesa del 35enne presenterebbe molte lacune a partire proprio dalla scomparsa dei soldi. L'algerino infatti, secondo l'accusa, si sarebbe impossessato del portafoglio coi contanti e quando la vittima si è accorta di essere stata derubata ha inseguito il ragazzo fino a raggiungerlo alla stazione ferroviaria del quartiere fieristico dove è nata una colluttazione poi bloccata dalla Polfer che aveva quindi arrestato il 35enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Refurtiva sparita, scarcerato il presunto rapinatore del Sigep

RiminiToday è in caricamento