Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Residenti e commercianti di Miramare sul piede di guerra: "Troppi mercatini, un danno alle attività"

I mercatini sono diventati cinque e le bancarelle "posizionate davanti alle vetrine dei negozi, oltre a togliere visibilità mettono in grande difficoltà il nostro lavoro"

I residenti e e i commercianti della zona di Miramare hanno dato vita a una petizione per chiedere al comune di ridurre il numero di mercatini settimanali a partire dalla prossima estate. "Mentre negli anni passati – spiegano – i mercatini estivi erano due (uno al giovedì sera sulla via Oliveti e via Marconi ed uno al martedì sera sul lungomare Spadazzi) quest’anno sono diventati ben cinque".

Continuano: "Se ne sono aggiunti infatti altri tre, il venerdì, sabato e domenica sera (sempre su via Oliveti e via Marconi) spacciati per feste tematiche (Festa della Birra, Festa dei sapori, ecc) dove in realtà erano presenti tutte le bancarelle del mercatino del giovedì e solamente 4/5 bancarelle a tema con l’evento". I commercianti evidenziano che le bancarelle "posizionate davanti alle vetrine dei negozi, oltre a togliere visibilità ai negozi stessi e data la particolare situazione economica attuale, mettono in grande difficoltà il nostro lavoro".
Il gruppo critica inoltre il servizio del trenino che "dovrebbe effettuare un giro turistico, come in altre zone viene fatto, mentre in realtà funge da servizio navetta portando i turisti verso altri mercati (Rimini Centro o Riccione) e zone (ad esempio Viale Dante a Riccione) per fare acquisti". Residenti e commercianti chiedono quindi al Comune di consentire solo "il giro turistico di Rimini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Residenti e commercianti di Miramare sul piede di guerra: "Troppi mercatini, un danno alle attività"

RiminiToday è in caricamento