rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Centro / Via Ducale

I residenti del rione Clodio su tutte le furie. "Basta traffico, i dati di Arpae dicono di ridurre le auto"

Nasce il Comitato residenti Rione Clodio che chiede immediate modifiche alla viabilità in via Ducale, in centro storico: "C'è una violazione dei limiti previsti dalle normative, pronti a tutelare le nostre ragioni"

Via Ducale riapre al traffico e tra i cittadini del Rione Clodio monta la protesta. Il tema è lo stesso che ha tenuto banco nel recente passato: i residenti della zona si ritrovano stritolati nella morsa del traffico. E chiedono all’amministrazione di assumere provvedimenti. La novità è rappresentata dal fatto che i cittadini, ora istituiti in un comitato “Residenti rione Clodio Rimini”, hanno richiesto un accesso agli atti di Arpae e dalla relazione si evince che ci sarebbe una violazione dei limiti previsti dalle normative in termini di rumore del traffico. “Poiché la stima di tale superamento si attesta in circa 3 dBA, uno degli interventi ipotizzabili per mitigare il rumore e assicurare il rispetto dei limiti previsti dalla normativa è la riduzione del numero di veicoli in transito, che nel caso specifico dovrebbe essere ridotta a circa la metà”, riportano i cittadini.

I cittadini sono ai ferri cortissimi con l’amministrazione. Anche per la difficoltà riscontrata nell’ottenere i documenti di Arpae. “Dopo ben tre richieste al Comune di rilevazione a cura di Arpae, finalmente nello scorso autunno è stato effettuato il monitoraggio – proseguono i cittadini -. Arpae ha consegnato al Comune l’esito della rilevazione il 6 dicembre 2021, abbiamo chiesto ripetutamente di riceverne copia senza successo, per cui a marzo 2022 ci siamo visti costretti di fare l’accesso agli atti ad Arpae. A questo punto abbiamo capito perché la relazione non ci veniva girata dal Comune”.

Ora i residenti del Rione Clodio non escludono di assumere provvedimenti per tutelarsi. E lo scrivono a chiare lettere: “Abbiamo deciso di costituirci formalmente come Comitato, al fine di essere pronti a tutelare le nostre ragioni. Abbiamo già conferito incarico a tecnici indipendenti per approfondire le rilevazioni acustiche su via Ducale, posto che il punto di verifica utilizzato da Arpae non ci sembra il più efficace per mostrare il reale livello acustico, poiché il transito in quel tratto avviene a bassissima velocità. Il Comitato ha, inoltre, inviato al Comune in persona del sindaco e assessori apposita istanza e successiva diffida ad adempiere chiedendo la rimozione della violazione in essere mediante ripristino della viabilità ante 2019”.

E in conclusione: “Il Comune continua a sacrificare il Rione Clodio a tempo indeterminato. In questo periodo abbiamo purtroppo toccato con mano che le decisioni che prendono non sono conseguenti a valutazioni e pianificazioni approfondite visto il coinvolgimento della qualità di vita delle persone, ma più spesso a interventi improvvisati legati alle emergenze del momento. In questi mesi abbiamo cercato di farci ricevere dal Sindaco per chiedere una estensione della Ztl anche per alcune fasce durante il giorno o per presentare la proposta sopra illustrata senza successo. L’unica volta in cui siamo riusciti ad interloquire con lui telefonicamente, ci ha risposto: cosa vi ricevo a fare, tanto io non cambio idea”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I residenti del rione Clodio su tutte le furie. "Basta traffico, i dati di Arpae dicono di ridurre le auto"

RiminiToday è in caricamento