menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restituiti ai legittimi proprietari gli alberghi sequestrati per mafia a Rimini

Il tribunale ha rigettato la richiesta di confisca degli alberghi e delle strutture che nell'aprile 2014 erano state sequestrate d'urgenza alla famiglia Lanna

I Lanna riavranno i loro alberghi, dopo la decisione del tribunale di Rimini, che ha accolto il ricorso dei loro loro legali, i componenti della famiglia potranno tornare a gestire le loro strutture ricettive. Nel mirino della magistratura erano finiti 6 hotel di Miramare, uno di proprietà e gli altri in gestione, e la gastronomia di Riccione che erano stati sequestrati dal Tribunale e affidati temporaneamente a un commissario giudiziario.


Ma se l’aspetto civile ha premiato i legali dei Lanna quello penale un po’meno. I tre fratelli, Ciro, difeso dall’avvocato Salvatore Pisani, Giovanni Battista e Francesco, infatti, sono stati sottoposti ad un provvedimento di sorveglianza speciale per due anni. Oltre alla conferma della confisca della casa di Montecolombo di proprietà di Ciro. In questo caso i loro legali hanno disposto l’Appello contro la sentenza. Una vicenda controversa, dunque, quella che vede protagonisti questi sei fratelli campani, ma da una vita residenti a Rimini. Che potrebbe avere un ulteriore strascico giudiziario, dato che, come sembra, alcuni membri vorrebbero citare lo Stato per i danni subìti dal sequestro delle attività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento