Riaprono le iscrizioni alla scuola di musica "Glenn Gould"

Dopo quattro anni di costante impegno e di crescita, la "Glenn Gould", attraverso il suo Direttore e i Maestri, si propone per questo quinto anno accademico 2013/2014 con ancora più energia e diverse novità.

Riaprono le iscrizioni alla Scuola Comunale di Musica "Glenn Gould": la musica, un valido riferimento per la crescita di un giovane e un bel motivo per l'adulto, di soddisfare un sogno che magari si porta dentro e che per tanti motivi non è riuscito a coronare. Dopo quattro anni di costante impegno e di crescita, la "Glenn Gould", attraverso il suo Direttore e i Maestri, si propone per questo quinto anno accademico 2013/2014 con ancora più energia e diverse novità.

“La nostra Scuola”, spiega il Direttore Anacleto Gambarara, “è frequentata da ragazzi, per il 70%, al di sotto degli 11 anni, e il rimanente 30% è formato da studenti della Secondaria di I° e II° Grado. Praticamente 130 ragazzi, i quali, a parte pochi iscritti maggiorenni, vivono un collettivo didattico durante il mattino. Da quest'anno anche la "Glenn Gould" propone classi collettive e formazioni di ensamble. Ovviamente, le lezioni individuali rimangono, oltre ai corsi pre-accademici, che di per sè sono già individuali. Sempre a proposito di musica d'insieme: si formeranno un ensamble di chitarre, uno di tastiere, un'orchestra e un coro, e verrà rinforzata la banda, che già quest'anno, in fase sperimentale, ha prodotto ottimi risultati. Oltre a questo, desidero ufficializzare con orgoglio l'avvio del Corso di Corno, di Canto Lirico e per i pre-accademici, il Corso di Composizione.”

“Quelli pre-accademici”, specifica Gambarara, “sono corsi che portano gradualmente a una formazione musicale dell'allievo, tale da essere idoneo al triennio di laurea. Tutto ciò, grazie alla Convenzione ottenuta con l'Ist. Sup. di Studi Musicali "G. Verdi" di Ravenna, offre agli studenti la possibilità di formarsi vicino a casa, pur ottenendo gli stessi titoli di chi frequenta l'Istituto di Ravenna. Non abbiamo trascurato gli adulti, infatti sono al via anche corsi collettivi serali di chitarra, di tastiera e di canto, con l'intento di dare la possibilità di accostarsi alla musica anche a chi non ha potuto farlo prima.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento