La casa per le vacanze si rivela un bidone, denunciati tre truffatori

I malviventi agivano in tutte le principali località turistiche italiane con inserzioni on line

Sono stati individuati dai carabinieri della Compagnia di Riccione, e denunciati per truffa, due romani di 24 e 27 anni ed un napoletano di 48 che avevano messo in piedi una serie di bidoni legati alle finte case vacanze. I tre, per i quali sono ancora in corso le indagini per capire se lavorassero insieme o singolarmente, avevano messo on line diversi annunci di abitazioni in affitto nelle principali località turistiche italiane a prezzi stracciati. In tutto sono 50 gli episodi imputati ai malviventi che, con caparre irrisorie, promettevano ferie da sogno. Ovviamente una volta che gli sprovveduti abboccavano e versavano il denaro, tra i 150 e i 300 euro versati tramite bonifico o ricariche Postepay, i truffatori sparivano dalla circolazione e, solo quando gli aspiranti turisti arrivavano alla casa presa in affitto, scoprivano di essere stati gabbati. Tra questi una intera famiglia di 12 persone, provenienti da Milano, che arrivati a Cattolica hanno cercato la casa presa in affitto e, invece, si sono trovati davanti la vera proprietaria ignara di tutto. La stessa casa, in altre occasioni, oltre ad avere già un inquilino che non sapeva nulla è stata "affittata" a più persone. Gli inquienti dell'Arma, risalendo la scia di denaro, sono così arrivati ai tre che sono stati denunciati a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Taglia la legna con la motosega e si ferisce: trasportato al Bufalini con l'eliambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento