Riccione, decoro e sicurezza della stazione: una priorità

RFI ha illustrato gli interventi in corso, avviati lo scorso week-end, per la rimozione dei graffiti dai muri esterni, comprese le superfici con rivestimenti in marmo e ceramica, e dal sottopasso

Pulizia e manutenzione, presidio dell’area della stazione, servizi ai passeggeri. Questi gli argomenti affrontati mercoledì da tecnici dell’Amministrazione Comunale e da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) nel corso di un sopralluogo per definire azioni congiunte di miglioramento del decoro e della sicurezza della stazione di Riccione. All’incontro hanno preso parte Riziero Santi dei Servizi di Staff del Comune di Riccione, Giovanni Moretti di Geat e Paolo Stendella della Direzione Territoriale Produzione Ancona di RFI.

Nell’incontro RFI ha illustrato gli interventi in corso, avviati lo scorso week-end, per la rimozione dei graffiti dai muri esterni, comprese le superfici con rivestimenti in marmo e ceramica, e dal sottopasso. I lavori, che continueranno ancora per circa una settimana, prevedono anche la ritinteggiatura di parte dei fabbricati che si affacciano sul primo marciapiede, la manutenzione delle pensiline ferroviarie e del porticato esterno, la riverniciatura delle colonne, nonché la ritinteggiatura dei bagni con sostituzione di sanitari e accessori danneggiati. Verrà inoltre aperto il bagno attrezzato per persone disabili. Al termine dei lavori la stazione sarà sottoposta a una ulteriore radicale pulizia.

Per contenere fenomeni di bivacchi è stata prevista la recinzione e il  potenziamento dell’illuminazione anche in alcune aree marginali. In programma, per l’anno 2013, l’installazione di bagni automatici e  autopulenti, più resistenti agli atti vandalici, mantenendo i servizi attuali per casi di particolare necessità. Ridefinite anche le rispettive competenze per la manutenzione e la pulizia. In particolare sono stati riproposti e meglio concordati i contenuti di una vecchia convenzione Comune/Ferrovie che assegna all'Amministrazione Comunale il compito di occuparsi dell’area del sottopassaggio e delle relative rampe di accesso, ad esclusione di quelle che portano ai binari.

Fra le altre azioni prese in esame, un maggior presidio dell’area attraverso l’acquisizione da parte del Comune di alcuni spazi, non più strumentali all’esercizio ferroviario, per monitorare l’utilizzo improprio della stazione, specialmente nelle ore notturne e nei fine settimana estivi. Si tratta, in particolare, dei locali al primo piano della palazzina ex spogliatoio e foresteria, che il Comune chiede di poter destinare a un Presidio di Sicurezza gestito da un coordinamento di forze dell’ordine (Posto estivo di Polizia, Polizia Municipale, Polizia ferroviaria, ecc.), e degli spazi del piccolo fabbricato ex officina e magazzino, che potrebbero trasformarsi in una Stazione di posteggio per biciclette e veicoli elettrici. Anche il locale ex Poste, previo accordo con la proprietà, potrebbe prestarsi ad ospitare servizi di qualità con la partecipazione di privati. Attualmente RFI, benché non proprietaria del fabbricato, sta eseguendo alcuni improcrastinabili  interventi di  messa in sicurezza e di ripristino minimo delle condizioni di decoro.

RFI si è detta disponibile a verificare la possibilità di accogliere le richieste che l’Amministrazione comunale proporrà in modo formale e dettagliato, assicurando la volontà di volersi attivare in tal senso, presso le strutture preposte del Gruppo FS, già dal prossimo mese di settembre. E’ stato concordata inoltre la realizzazione, a cura del Comune, di una schermatura dell’attuale recinzione della proprietà ferroviaria compresa fra i sottopassi di viale Ceccarini e del Porto, caratterizzata da messaggi di invito a mantenere pulita la città. Allo scopo le Ferrovie si occuperanno della pulizia della sede ferroviaria e il Comune porrà in essere azioni atte a garantire quella del viale stesso. E’ stato infine concordato che, in occasione di eventi particolarmente rilevanti che coinvolgono la stazione (ad esempio la Notte Rosa), verranno svolti incontri preventivi di coordinamento e organizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento