Il medico Mauro Fallani è il nuovo direttore del Pronto soccorso di Riccione

Nel presidio ospedaliero della Perla Verde vengono trattati 12mila casi all’anno per circa 56mila giornate di degenza

E' il dottor Mauro Fallani il nuovo direttore dell’Unità operativa di Pronto soccorso – Medicina d’urgenza del presidio ospedaliero di Riccione - Cattolica. Incarico assegnato a seguito di un'apposita procedura selettiva. Fallani sostituisce la dottoressa Marina Gambetti, andata in pensione alcuni mesi fa, durante i quali il dottore ha preso il suo posto in qualità di facente funzioni.

Bio

Il dottor Mauro Fallani, 60 anni, vive a Fano, è sposato e ha due figli. Laureatosi in Medicina e Chirurgia nel 1983 all’università di Bologna con 110 e lode, ha conseguito, presso lo stesso Ateneo e sempre col massimo dei voti, le specializzazioni in Medicina interna nel 1988 e in Reumatologia nel 1992. Sottufficiale medico durante il servizio militare, ha sviluppato la sua carriera presso le strutture di Lugo, Bologna (Policlinico “Sant’Orsola – Malpighi” e Azienda Ospedaliera), e nel 2005 è stato nominato primario del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Fano, ruolo che ha lasciato nel 2010 per trasferirsi all’Ospedale di Riccione, presso il quale ha diretto la struttura semplice di Medicina d’Urgenza.

Carriera

Numerosi i riconoscimenti sul fronte della formazione medica soprattutto su temi legati al soccorso e all’urgenza; dal 2001 il dottor Fallani è direttore dei corsi dell’Italian Resuscitation Council. Dal 2002 al 2012 è stato caporedattore del mensile “Novità in Urgenza” della sezione Emilia Romagna della Società Italiana di Medicina d’Emergenza Urgenza – Simeu. Sul fronte scientifico è autore di decine di pubblicazioni sull’emergenza-urgenza tra cui, in particolare, di cinque edizioni dell’”Handbook dell’Urgenza in Medicina”, e del testo “L’Elettrocardiogramma nell’Urgenza”.

L’Unità operativa di “Pronto soccorso e Medicina d’urgenza” del Presidio ospedaliero di Riccione-Cattolica, è una struttura organizzativa complessa inserita nel Dipartimento di Emergenza dell’Ausl e costituita dal Pronto Soccorso di Riccione, dalla Medicina d’urgenza collocata sempre a Riccione e dotata di 14 posti letto di degenza ordinaria (di cui 2 di area critica) e dalla struttura semplice di “Punto di primo intervento” dell’Ospedale di Cattolica. Presso il Pronto soccorso di Riccione sono inoltre presenti 6 posti letto di Osservazione Breve Intensiva.

Obiettivi

Nel corso dell’anno 2017 presso il Pronto soccorso di Riccione si sono verificati 34.160 accessi; presso il Punto di Primo intervento di Cattolica gli accessi sono stati 20.880. I ricoveri in Medicina d’Urgenza sono stati 1.108 per 3.186 giornate di degenza. Le principali patologie qui trattate sono state di natura cronico degenerativa e traumatologica. Più complessivamente nel Presidio ospedaliero di Riccione vengono trattati circa 12mila casi l’anno per circa 56mila giornate di degenza.

Al nuovo primario sono stati conferiti, tra l’altro, gli obiettivi di: effettuare una mappatura dei rischi prevedibili e gestibili con relativo risk management; promuovere l’incident reporting; stimolare la partecipazione dell’unità operativa a studi epidemiologici ed osservazionali e a progetti di miglioramento; adattare prontamente la struttura ai cambiamenti del contesto organizzativo aziendale, ai bisogni dell’utenza e all’evoluzione normativa e tecnologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento