menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fa innamorare un 50enne, poi lo ricatta: arrestata una 18enne

Fa innamorare un 50enne, per poi ricattarlo. Una 18enne di Reggio Emilia, ma di origine tunisina, è stata arrestata dai Carabinieri con l'accusa di estorsione

Fa innamorare un 50enne, per poi ricattarlo. Una 18enne di Reggio Emilia, ma di origine tunisina, è stata arrestata dai Carabinieri con l'accusa di estorsione. La storia trae inizio nel mese di luglio durante la notte rosa di Riccione. Nell’occasione la 18enne, arrivata in Riviera, con alcune amiche e la cugina, subito si è prodigata per “avventarsi” sul primo uomo di mezza età che, in base alle valutazioni della ragazza, verosimilmente non avrebbe lamentato legami sentimentali in corso.

E così infatti è stato quando, tra un complimento e un cocktail, è riuscita a fare innamorare un imprenditore di 51 anni, single. La reggiana ne ha approfittato della situazione per passare con le amiche e la cugina un'intera settimana nella provincia di Rimini a spese dell’uomo tra ristoranti di lusso e locali da ballo. Tornata a casa, la 18enne ha continuato a mantenere i rapporti telefonici con l’uomo progettando una seconda vacanza in Riccione.

Nella prima settimana di agosto, infatti, la ragazza con la cugina ed una amica è tornata nella Provincia di Rimini, promettendo una settimana romantica. Ma, una volta scesa alla stazione di Rimini con le altre ragazze, l’uomo si sarebbe spazientito: secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, il 51enne lamentava l’intenzione di voler passare del tempo solo con lei e non aveva alcuna voglia di mantenere tutte quelle persone.

A quel punto, secondo quanto accertato dagli inquirenti, la 18enne ha minacciato l’uomo di denunciarlo per il reato di violenza sessuale se non avesse pagato la settimana di vacanza a tutte e tre. E nell’attesa di avere ulteriore denaro liquido, si sarebbe accontentata di quanto l’uomo aveva nel portafoglio. Dopo ripetuti messaggi intimidatori e improvvise scenate al posto di lavoro dell’uomo (con le ragazze si presentavano senza preavviso e senza alcun invito da parte dell’uomo), il 50enne ha deciso di recarsi negli uffici della caserma di Riccione al fine di esporre i fatti e denunciare la ragazza per il reato di estorsione.

Il 6 agosto, all’ennesimo appuntamento per versare i 1.500 euro richiesti per la settimana al mare, invece che la vittima si sono presentati i Carabinieri del Nucleo Operativo di Riccione che hanno bloccato le due ragazze presenti tra cui la 18enne, portandole in caserma. Quindi è stata dichiarata in arresto per estorsione, provvedimento pre-cautelare che è stato convalidato l’11 settembre scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento