menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione fa scuola in Italia per il Catasto delle infrastrutture

L’esperienza di Riccione in fatto di mappatura informatizzata delle reti tecnologiche, il cosiddetto catasto delle infrastrutture, è studiata con interesse dai maggiori operatori nazionali delle telecomunicazioni

L’esperienza del Comune di Riccione in fatto di mappatura informatizzata delle reti tecnologiche, il cosiddetto catasto delle infrastrutture, è studiata con interesse dai maggiori operatori nazionali delle telecomunicazioni, tra cui Telecom Italia, Fastweb, Wind e diverse società di consulenza (Accentur, Altran ecc).  Venerdì scorso a Milano, Palazzo Giureconsulti, sede della Camera di Commercio, l’ANFOV, l’associazione per la convergenza nei servizi di comunicazione ha invitato i referenti del Comune di Riccione (ing. Mauro Zaccarelli) dei Laboratori Guglielmo Marconi di Pontecchio e di Italtel a presentare la propria versione del Catasto elettronico delle infrastrutture del sottosuolo del comune.

Si tratta della mappatura informatizzata delle prime due reti tecnologiche inserite nello strumento: la rete MAN, vale a dire l’anello di fibra ottica di proprietà comunale realizzato nel 2009 con lo scopo di collegare le diverse sedi distaccate dei servizi comunali e i servizi di video-sorveglianza, e la rete dell’illuminazione pubblica. L’insieme delle informazioni e dei dati contenuti nel catasto sono ritenute di grande importanza per i progetti di sviluppo allo studio dei maggiori operatori delle telecomunicazioni. Lo strumento del catasto delle


 infrastrutture, a cui il servizio Sistema Informativo del Comune lavora dal 2011 in collaborazione con i Laboratori Guglielmo Marconi di Pontecchio, andrà ora integrato con l’inserimento delle informazioni relative a tutte le altre reti tecnologiche presenti nel sottosuolo: fognature, gas, energia elettrica ecc. A quel punto diventerà uno strumento fondamentale per ogni previsione di investimento sul territorio da parte dei grossi operatori nazionali, che hanno dimostrato grande interesse alla presentazione. Come noto, inoltre, la rete MAN, l’anello di fibra ottica di proprietà comunale, lunga circa 15 km , verrà presto estesa fino a raggiungere il Centro Sportivo comunale e lo Stadio del nuoto che dal 3 al 17 giugno ospiterà il Campionato Mondiale master di Nuoto. L’estensione dell’anello servirà ad assicurare la connessione wi-fi gratuita alle migliaia di atleti provenienti da tutto il mondo - gli iscritti sinora, per la precisione, sono 12.192 – e ai loro accompagnatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento