menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commessa infedele: ruba oro per un anno intascando 50mila euro

Per oltre un anno ha fatto sparire monili dalla gioielleria di Riccione dove lavorava per poi vederli nei compro oro della zona. Una commessa di 53 anni è stata arrestata dai Carabinieri

Per oltre un anno ha fatto sparire monili dalla gioielleria di Riccione dove lavorava per poi vederli nei compro oro della zona. Una commessa di 53 anni è stata arrestata dai Carabinieri con l'accusa di furto aggravato. Fatale è stato l'ultimo furto, commesso poco prima della fine del rapporto di lavoro (31 dicembre scorso) durato 15 anni, facendo saprire un girocollo in oro bianco dal peso di 90 grammi e dal valore di 10mila euro.

Il prezioso si trovava custodito in una cassaforte secondaria, alla quale potevano accedere solo i quattro dipendenti dell'orefice. I primi furti sono iniziati nel settembre del 2011 e da li in avanti è stato un crescendo. L'orefice, dopo aver fatto i conti con la sparizione dei monili, ha denunciato il fatto ai Carabinieri. Gli investigatori hanno perquisito le abitazioni dei dipendenti, senza trovare nulla di compromettente. Il lavoro dei militari si è così concentrato nei compro oro della zona. E l'intuizione si è rilevata efficace: in un negozio di Riccione è stata scoperta la visita della 53enne.

Gli uomini dell'Arma hanno poi accumulato prove sufficienti per incastrare la commessa. In totale era riuscita ad impossessarsi di gioielli per circa 600 grammi d'oro, equivalente ad un bottino di 50mila euro. Tutta la refurtiva era stata già fusa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento