menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione, inizio maggio di fuoco per i Carabinieri di Riccione

In questo primo weekend di maggio i Carabinieri di Riccione hanno svolto un servizio coordinato a largo raggio al fine di prevenire e reprimere i reati in generale ed assicurare il controllo della regolare circolazione stradale

In questo primo weekend di maggio i Carabinieri di Riccione hanno svolto un servizio coordinato a largo raggio al fine di prevenire e reprimere i reati in generale ed assicurare il controllo della regolare circolazione stradale. Tale attività ha portato all’arresto di P.T., 34enne riminese di etnia rom e pregiudicato, in quanto, già agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, ha opposto resistenza a pubblico ufficiale durante un controllo di polizia. L'Autorità giudiziaria ha così disposto la detenzione in carcere.

Inoltre, è stato denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti P.A., 45enne bosniaco, residente a Riccione, in quanto dopo un pedinamento è stato sorpreso mentre occultava in un area di servizio lungo la statale Adriatica un contenitore con all’interno 5 grammi di cocaina suddivisi in dosi pronti per lo spaccio. Il tutto è stato debitamente sequestrato.

E' stato inoltre denunciato a piede libero per porto abusivo di arma da fuoco G.G., 50enne residente a Saludecio, dopo essere stato notato aggirarsi sotto l’abitazione della sorella brandendo un fucile da caccia. All’arrivo dei Carabinieri, l’uomo aveva già nascosto l’arma ma, a seguito della perquisizione domiciliare, è stata rinvenuta e sequestrata. L’uomo è stato quindi segnalato al servizio di igiene mentale in quanto non era il primo episodio di squilibrio e si sono attivate le procedure per l’emanazione del provvedimento di divieto di detenzione armi.

Infine, è stato denunciato a piede libero G.E., sedicenne di Misano Adriatico per furto aggravato e violenza privata. Il ragazzino infatti, dopo essersi fatto consegnare un cellulare da un coetaneo presso il piazzale Curiel di Riccione, si allontanava appropriandosi dello stesso. Chiamato più volte dal proprietario, il sedicenne rispondeva minacciandolo nel caso in cui avesse fatto denuncia. Veniva quindi identificato e denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento