Inseguito dai carabinieri, sbanda e finisce nel fosso con lo scooter

Nella notte tra mercoledì e giovedì, lo scooterista si è poi reso protagonista di un'aggressione ai militari dell'Arma

Notte agitata sulle strade di Riccione con uno scooterista che, ignorando l'alt di una pattuglia dei carabinieri, ha innescato una folle fuga. I militari dell'Arma si sono quindi messi all'inseguimento del due ruote fino a quando, l'uomo in sella, ha perso il controllo cadendo rovinosamente sull'asfalto per poi terminare la suca rosa in un fossato. Nonostante le lievi lesioni, lo scooterista ha dato in escandescenza aggredendo i carabinieri che lo hanno arrestato in flagranza per resistenza. A finire in manette è stato un 38enne di Misano che, dopo una notte in camera di sicurezza, è stato processato per direttissima giovedì mattina. Difeso dall'avvocato Luigi Delli Paoli l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, ha patteggiato 12 mesi di reclusione con la sospensione della pena. Davanti al giudice il 38enne ha spiegato di essere scappato perchè, sprovvisto di patente, voleva evitare la multa essendo disoccupato e con una bambina da mantenere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento