Riccione, wifi libero sul nuovo Lungomare Tre e sulla spiaggia dal porto a piazzale Azzarita

“Riccione dimostra ancora una volta di saper creare innovazione e servizi in campo turistico”, commentano con soddisfazione il sindaco Massimo Pironi e l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Pruccoli

Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato il primo stralcio esecutivo del progetto “Smart Cities” elaborato dai tecnici del Cnr in collaborazione con Telecom. In questa prima fase il progetto prevede l’introduzione di hot-spot wi-fi pubblici lungo l’intero tratto del nuovo lungomare da viale Zandonai a piazzale Azzarita, che verrà aperto aperto al pubblico già dalla prossima settimana, l’installazione di sistemi di telecontrollo sull’illuminazione pubblica, che consentiranno di modulare l’intensità dei lampioni (attraverso sistemi applicativi we-based concepiti per il risparmio energetico), e la messa in opera di un totem informativo multimediate touch-screen a disposizione di turisti e ospiti in prossimità di piazzale Azzarita.

Il tutto senza alcun costo per l’Amministrazione comunale. Come si ricorderà infatti, Riccione è risultata una delle tre città, vincitrici del bando “Smart Cities” lanciato dal Cnr - assieme ad Agordo e Siracusa – per sperimentare progetti di innovazione tecnologica applicata alle reti informative cittadine e al telecontrollo dei servizi urbani, quali illuminazione pubblica, gestione parcheggi, sistemi intelligenti di controllo del traffico ecc. Il valore degli interventi che il Cnr si appresta a sperimentare a Riccione, presa a campione di una città turistica di medie dimensioni, ammonta a un milione di euro in tecnologia d’avanguardia. Proprio come quella che Telecom, partner del CNR nel progetto “Smart Cities”, installerà sul nuovo Lungomare Tre.

In gergo, la tecnologia che assicurerà il wi-fi pubblico lungo tutto il nuovo lungomare, fino a coprire la spiaggia (i tecnici assicurano: fino alla linea di battigia) si chiama “Small Cells” (micro cellule) LTE a 2600 MHz, una frequenza radio a basso impatto ambientale, capace di assicurare la connessione gratuita a internet per smartphone e tablet di ultima generazione. Per rendere possibile l’applicazione dei dispositivi di trasmissione, l’Amministrazione concederà a Telecom, in comodato gratuito, la disponibilità dei pali dell’illuminazione (uno ogni tre) sui quali verranno applicate le piccole antenne necessarie a “coprire” la connettività lungo l’intera passeggiata, dal porto a piazzale Azzarita”. I dispositivi elettronici a terra, invece, saranno alloggiati negli armadi stradali già esistenti, o da ampliare, secondo le necessità. Qui troveranno alloggio anche gli apparati, forniti dallo stesso CNR, per il telecontrollo dell’illuminazione pubblica.

“Riccione dimostra ancora una volta  di saper creare innovazione e servizi in campo turistico” – commentano con soddisfazione il sindaco Massimo Pironi e l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Pruccoli. “Innovazione e servizi sono quello che distingue, e distinguerà sempre più in futuro, una destinazione dall’altra. Ed è la spinta all’innovazione che ha fatto sì che Riccione fosse scelta dal CNR come laboratorio di nuove tecnologie, come esempio di città turistica di livello internazionale, in grado di competere, con il suo territorio e le sue imprese turistiche, anche a livello europeo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento