Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Lavoratori stagionali, Campisi (Pdf): "Chiediamo reddito e dignità, non hanno nessuna tutela"

"Serve aprire un tavolo specifico per assicurare un'estensione sino a settembre dell'assegno di 600 euro per chi non lavorerà durante l'estate"

"Gli stagionali rischiano di perdere un intero anno di lavoro. Sono più di 400mila secondo le stime di Federalberghi, quelli impegnati nel settore del turismo, un altro milione (di cui 370 mila stranieri) nel settore agricolo. Per il turismo, in particolar modo, l’estate si presenta come un enorme punto interrogativo". L'esponente del Popolo della Famiglia di Riccione Luca Campisi è intervenuto sulla questione che riguarda la situazione dei lavoratori stagionali.

"Una categoria che è stata troppo dimenticata dai provvedimenti di questo governo. Diverse persone hanno richiesto il reddito di cittadinanza che però risulta basso e non si riesce a far fronte a tutte le spese come affitto, utenze e spese alimentari. Inoltre molti devono ancora ricevere il bonus di 600 euro e la cassa integrazione (solo uno su dieci l’ha percepita). Il 2020 rischia quindi di essere un anno drammatico per molte famiglie, si tratta di una situazione che unisce l’emergenza sanitaria a quella sociale e familiare. Chiediamo di aprire un tavolo specifico sugli stagionali per assicurare un’estensione sino a settembre dell’assegno di 600 euro per tutti coloro che quest’anno non verranno assunti per la stagione estiva. Mentre per coloro che avranno la fortuna di lavorare, chiediamo regolarità nei contratti in modo tale da poter richiedere, dopo la stagione, la disoccupazione e nello stesso tempo garantire dignità ai lavoratori stessi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori stagionali, Campisi (Pdf): "Chiediamo reddito e dignità, non hanno nessuna tutela"

RiminiToday è in caricamento