Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Riccione

Ultimo saluto al commerciante appassionato di tennis, la famiglia organizzerà un torneo in suo onore

Titolare del negozio di abbigliamento GiorgiStore, in viale Dante, il suo cuore ha smesso di battere all’ospedale Ceccarini, dove era ricoverato dallo scorso 23 aprile a causa di un infarto

Il Tennis Club Riccione e tutta la città porteranno giovedì (5 maggio) l’ultimo saluto a Marco Mami, noto commerciante e grande appassionato di tennis. Titolare del negozio di abbigliamento GiorgiStore, in viale Dante, il suo cuore ha smesso di battere all’ospedale Ceccarini, dove era ricoverato dallo scorso 23 aprile a causa di un infarto. La sepoltura giovedì (alle 15) nella chiesa di San Martino in viale Diaz. La famiglia chiede di non donare fiori, ma per chi vuole di avviare un’offerta libera per organizzare un torneo di tennis in sua memoria.

Un toccante messaggio di cordoglio è arrivato dal Tennis Club Riccione, attraverso il proprio sito Internet: “Ritrovarsi di tanto in tanto a bordo campo, a vedere i rispettivi figli impegnarsi e sudare in allenamenti e competizioni con i colori del Tennis Club Riccione, era quasi una sorta di rito. Con il piacere, da genitori, di vederli crescere in un ambiente sano e coltivare una passione comune, che per loro significa anche condivisione e amicizia oltre che voglia di vincere. Purtroppo, un tragico destino ha impedito che questi nostri incontri possano ripetersi. Marco Mami è infatti improvvisamente mancato all’affetto dei suoi cari e dunque piangono la sua prematura scomparsa il Tennis Club Riccione, con in testa il presidente Moreno Pecci, l’intero consiglio direttivo e lo staff tecnico, così come tutta la città, era il titolare di GiorgiStore, ormai trentennale attività commerciale nel settore abbigliamento”.

“Una notizia che getta un’ombra di tristezza e dolore nell’ambiente del circolo di via Forlimpopoli, dove Marco era di casa, visto che sono allievi della scuola tennis locale i figli Giovanni, Alberto Maria e Cecilia Maria. Difficile davvero trovare parole in questo momento”. Attraverso i social lo ha voluto ricordare anche il fratello Flavio: “Pensavo che la perdita di un genitore potesse essere il dolore più grande che avrei dovuto affrontare, invece no. Sei sempre stato una persona allegra e scherzosa, ma questa volta Marco hai esagerato, ci hai fatto uno scherzo troppo pesante da sopportare, senza neanche darci il tempo di poterci preparare. Ora sei con il babbo e vi chiedo solo di farci trovare la forza per andare avanti, ciao fratello mio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimo saluto al commerciante appassionato di tennis, la famiglia organizzerà un torneo in suo onore
RiminiToday è in caricamento