menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione, i locali by night in spiaggia del Marano avranno il “tetto del suono”

Dal prossimo week-end tutti e cinque i locali notturni all’aperto sulla spiaggia dell’area Marano, al confine con Rimini, avranno in funzione il “tetto del suono”.

Dal prossimo week-end tutti e cinque i locali notturni all’aperto sulla spiaggia dell’area Marano, al confine con Rimini, avranno in funzione il “tetto del suono”. Si tratta del dispositivo che consente di limitare e abbattere quasi completamente la fuoriuscita della musica dal locale, grazie all’impiego di oltre 900 microdiffusori del suono, in pratica minuscoli altoparlanti installati sulla copertura della pista da ballo. In tal modo, a differenza dei normali impianti a casse acustiche, il suono cade dall’alto verso il basso, con un livello adeguato per consentire il ballo sulla pista, ma senza fuoriuscire, se non di pochi metri, dal perimetro del locale.

“L’adeguamento di tutti i cinque locali con autorizzazione al ballo aderenti al Consorzio Marano Doc – ha dichiarato il Sindaco Massimo Pironi – è un risultato importante in direzione dell’abbattimento dei rumori e della sicurezza. E’ stato raggiunto grazie a un confronto serio e serrato con i gestori iniziato già al termine della stagione scorsa. A tempo di record, con tutte le autorizzazioni necessarie, i locali si sono dotati del tetto del suono. A questo si aggiunge il protocollo d’intesa che prevede una maggiore sicurezza e controllo, con oltre 50 addetti alla vigilanza interna ed esterna dei locali, e la pulizia dell’intera area, compresa la pulizia della passeggiata sul lungomare, a carico dei gestori. Presto il servizio autobus Blue Line collegherà la Stazione di Rimini a piazzale Curiel nelle ore notturne, limitando il flusso di giovani lungo la passeggiata a mare e il fenomeno degli schiamazzi”.

“Il nostro obiettivo – ha aggiunto il Sindaco – è quello di far convivere il diritto al riposo dei turisti e dei residenti con l’esigenza di un comparto turistico, quello del Marano, che è ormai un richiamo forte per Riccione e un fatto economico importante. E’ chiaro che i problemi non sono tutti risolti. Il tetto del suono non esime il gestore da un uso corretto dei volumi. Per questo il protocollo d’intesa prevede anche un sistema di sanzioni per chi sgarra. I controlli ci saranno e saranno puntuali. E speriamo di riuscire ad evitare le esasperazioni degli scorsi anni. Il tetto del suono non dovrà essere un alibi. In caso di sforamenti le responsabilità dovranno essere imputate al singolo locale. E se si dovrà intervenire lo faremo senza esitare. Certo, lo sviluppo turistico che il Marano ha conosciuto negli ultimi dieci anni ha portato con sé diverse controindicazioni. Ma siamo sicuri che se tutto fosse rimasto com’era, oggi non avremmo problemi anche più seri? Quello che serve è un punto di equilibrio. I locali stanno facendo del loro meglio. L’Amministrazione proseguirà con i controlli, imboccando, se servirà anche la strada delle sanzioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento