Cronaca Via Tavoleto

Nomadi mettono a segno la spaccata, uno preso dopo un inseguimento

Nel mirino dei malviventi un ristorante di Misano, provvidenziale l'intervento di un passante che ha dato l'allarme ai carabinieri

Foto archivio

La pesante grata di un tombino usata come ariete per mettere a segno una spaccata, nella notte tra martedì e mercoledì, ma per i malviventi è andata male. I due ladri, verso le 2, sono entrati in azione sulla via Tavoleto, a Misano, dove hanno preso di mira un ristorante. Utilizzando il coperchio di ghisa hanno sfondato la vetrina e, una volta dentro al locale, si sono precipitati sul registratore di cassa per ripulirlo dei contanti, circa 300 euro, e fuggire a tutta velocità su una utilitaria in direzione di Rimini. Il rumore, tuttavia, ha messo in allarme un residente della zona che ha fatto in tempo a vedere tutta la scena e a chiamare i carabinieri fornendo degli elementi utili sulla direzione di fuga e sul modello della vettura dei malviventi. Una pattuglia dell'Arma è così riuscita ad intercettare i ladri e, dopo un breve inseguimento, a bloccare la loro auto. Uno dei due, tuttavia, è riuscito a fuggire a piedi tra i campi facendo perdere le proprie tracce. A finire in manette, invece, è stato un nomade residente a Rimini di 25 anni. Portato in caserma per gli accertamenti di rito, nei prossimi giorni comparirà davanti al giudice per la convalida del fermo. La refurtiva, invece, è stata completamente recuperata e riconsegnata al proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomadi mettono a segno la spaccata, uno preso dopo un inseguimento

RiminiToday è in caricamento