La notte è rosa ma il lavoro in nero, raffica di sanzioni da parte dei carabinieri

Il bilancio ha visto venire elevate contravvenzioni per oltre 51mila euro e denunciati a piede libero 6 imprenditori

Durante il fine settimana della Notte Rosa, i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno eseguito una serie di blitz nelle attività di Riccione scoprendo una serie di irregolarità varie e, soprattutto, dipendenti non in regola col contratto di lavoro. Il bilancio ha visto venire elevate contravvenzioni per oltre 51mila euro e denunciati a piede libero 6 imprenditori. In particolare, per un 56enne albanese titolare di un ristorante in viale Dante nella Perla Verde, è stato contestato l'aver impiegato un lavoratore in nero, extracomunitario, sprovvisto di permesso di soggiorno e per omessa visita medica e formazione professionale che, oltre alla denuncia a piede libero, gli è valso ammende per oltre 16mila euro e sanzioni per 4mila. Il titolare di una ditta di ristorazione di Cattolica, 31enne milanese, oltre al deferimento all'autorità giudiziaria si è visto arrivare ammende per oltre 5mila euro e sanzioni per 300. Denuncia a piede libero anche per un 47enne di origini pugliesi, residente a Riccione e titolare di una ditta di ristorazione in viale Dante a Riccione, per omessa predisposizione di mezzi d’estinzione incendi e per omessa pulizia dei luoghi di lavoro che gli sono valsi anche ammende per 10mila euro e sanzioni per 1500. Situazione analoga per un 62enne riccionese, sempre di una ditta di ristorazione nello stesso viale, per omessa predisposizione di mezzi d’estinzione incendi ed omessa predisposizione della cassetta di primo soccorso, con una ammenda da 10mila euro. Un 68enne di Riccione, titolare di una struttura ricettiva di viale Dante, è stato sanzionato pper 4500 euro per omessa predisposizione della cassetta di primo soccorso. Un 29enne di origini napoletane, ma residente nel territorio della Valconca, titolare di un’attività di ristorazione con sede in via D’Annunzio a Riccione, per omessa predisposizione  di mezzi d’estinzione incendi è stato sanzionato per 5mila euro. Complessivamente sono state ispezionate 18 aziende, nr. 6 delle quali irregolari; controllati 28 lavoratori, dei quali 30 extra U.E.; accertati 1 occupazioni “in nero”, dei quali 1 non collocabile; contestate 10 prescrizioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento