Riccione piange don Giorgio, il sacerdote si è spento per il Coronavirus

Il decesso nel tardo pomeriggio di sabato, inutili le cure dei medici per salvare il parroco degli Angeli Custodi

Si è spento nel tado pomeriggio di sabato, dopo un improvviso peggioramento delle sue condizioni di salute, don Giorgio Dell'Ospedale il parroco degli Angeli Custodi di Riccione. Il sacerdote era ricoverato in Terapia intensiva a causa del Coronavirus e, le sue condizioni, sono precipitate negli ultimi giorni. Dopo la crisi che ha colpito il sacerdote nel pomeriggio di giovedì, con complicazioni causate da una insufficenza renale, nella giornata di sabato la situazione è ulteriromente peggiorata coi medici che si sono subito detti pessimisti su un recupero di don Giorgio. L'intera comunità di Riccione si è riunita in preghiera mentre, nei giorni scorsi, il vescovo di Rimini Francesco Lambiasi, era intervenuto per affidare il sacerdote all’intercessione di don Oreste. Don Giorgio era risultato positivo al virus lo scorso 3 ottobre quando, insieme a in gruppo di parrocchiani, era tornato da una gita nel cilento. La malattia si è rivelata molto pesante per il sacerdote che, dopo pochi giorni, era stato ricoverato.

IL CORDOGLIO DELLA PERLA VERDE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento