menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione, piede pesante sull'acceleratore: nel weekend 36 automobilisti multati

Continua l’azione di presidio del territorio della Polizia Municipale di Riccione finalizzato a contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale e della prostituzione su strada

Continua l’azione di presidio del territorio della Polizia Municipale di Riccione finalizzato a contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale e della prostituzione su strada. Prosegue inoltre il motoraggio dei rumori e delle emissioni sonore dei locali di pubblico esercizio e intrattenimento. La prevenzione della velocità pericolosa, sottolinea il Comandante della Polizia municipale Graziella Cianini - è uno degli impegni che ha caratterizzato l’azione della Polizia Municipale di Riccione nell’ultimo fine settimana”.

“Il controllo della velocità, svolto con l’ausilio dell’Autovelox – continua Cianini - ha consentito di rilevare 36 violazioni della norma che obbliga a mantenere i limiti di velocità all’interno della fascia di sicurezza: 50 km nel centro abitato. In 36 casi gli automobilisti avevano spinto l’acceleratore fino a raggiungere velocità oltre i 70 km orari, in alcuni casi 90/100 km, e quindi pericolose. In questi casi gli Agenti della Polizia Municipale di Riccione hanno intimato l’alt e contestato in diretta l’infrazione, impartendo la sanzione prevista in questi casi, pari a 224 euro. In due casi i conducenti non si sono fermati incorrendo nella sanzione successiva. Si tratta di una attività di prevenzione molto importante perché incide sul comportamento del conducente spingendolo ad un atteggiamento più corretto, che non metta a repentaglio l’incolumità dei cittadini".

"Nell’ultima settimana sono state 20 le chiamate al Comando per incidenti stradali, di cui sette senza feriti e con accordo favorito fra le parti e 13 di lieve entità - continua Cianini -. L’azione di prevenzione portata avanti dal comando di Polizia Municipale, insieme alla riorganizzazione della viabilità cittadina con il Piano del Traffico, e l’introduzione della rotatoria al posto del tradizionale sistema semaforico, ha cambiato radicalmente negli ultimi anni la tipologia degli incidenti sul nostro territorio comunale, abbassando il numero delle vittime e dei feriti più o meno gravi. Infatti quello che era l’incidente potenzialmente grave, che si verificava all’intersezione regolata da sistema semaforico o da segnale di stop, con impatto cruento fra veicoli, oggi si trasforma spesso in tamponamenti di lieve entità, grazie anche al contenimento della velocità dovuto alle rotatorie, come già detto, e ai controlli sempre più intensi ed efficaci”.

Sul fronte dell’antiabusivismo continua con successo l’“operazione Ceccarini” che consiste nel presidio del centro turistico nelle ore serali con la presenza di una stazione operativa mobile, che ha anche come obiettivo il contrasto al nomadismo e alle attività di accattonaggio. Quanto all’azione di contrasto della prostituzione anche nell’ultimo settimana si è svolta una intensa attività di identificazione e di allontanamento dai luoghi più frequentati dalle prostitute. Da ultimo, la lotta ai rumori ha teso a mantenere una situazione in generale positiva e a intensificare i controlli per le attività più esposte al problema anche attraverso una azione di prevenzione con il controllo delle apparecchiature dei locali e della loro dislocazione nell’ambito del locale stesso. Infatti è opportuno ricordare che tutti gli impianti sonori devono stare al’interno dei locali, e che gli spettacoli musicali esterni dal vivo si possono svolgere non oltre le ore 24, e solo con specifica autorizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento