rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca Riccione

Riccione, "presto un Regolamento per limitare la proliferazione dei ripetitori per la telefonia mobile"

L’assessore Andruccioli: “Le preoccupazioni dei cittadini sono le preoccupazioni dell’amministrazione comunale. Dovremo limitare il più possibile gli effetti negativi delle installazioni delle antenne”

La giunta comunale di Riccione ha approvato nella giornata di venerdì una delibera con cui impegna l’amministrazione comunale ad approvare un “Regolamento per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile”. Il Regolamento dovrà prevedere, tra le altre cose, anche una mappa “per minimizzare gli effetti dell’installazione degli apparati di telecomunicazioni”, avvalendosi del supporto di personale qualificato esterno. La giunta impegna inoltre l’amministrazione a sottoscrivere una convenzione con Arpae per lo studio e il monitoraggio delle esposizioni della popolazione a campi elettrici magnetici e elettromagnetici.

In ogni comune d’Italia si moltiplicano le proteste per l’installazione dei ripetitori per la telefonia mobile, come quella annunciata dai residenti per questa mattina nella zona di via Belluno, nel quartiere di San Lorenzo. “L’amministrazione comunale di Riccione - dichiara l’assessore all’Ambiente e all’Urbanistica Christian Andruccioli - comprende appieno le preoccupazioni dei cittadini, preoccupazioni che sono proprie anche della giunta”. Ragione per la quale “stiamo già lavorando per mettere in campo un Regolamento. Agiamo, purtroppo, nella consapevolezza che questo Regolamento avrà dei limiti, non potendo andare in contrasto alla legislazione nazionale, che riconosce un vero e proprio ‘diritto di antenna’ ”. Obiettivo della giunta è “limitare il più possibile gli effetti negativi delle installazioni - aggiunge l’assessore -. Sottoscriveremo un accordo con Arpae per il monitoraggio delle antenne esistenti sul territorio, finalizzato a controllare che le emissioni siano all’interno dei limiti previsti dalla normativa”.


L’assessore Andruccioli: “Pronti a incontrare i cittadini e a chiamare gli esperti”
Andruccioli precisa che l’amministrazione è pienamente disponibile a “incontrare i cittadini e tutte le parti interessate per riferire in maniera approfondita tutte le azioni che vogliamo mettere in campo”. Inoltre, nei prossimi giorni il Comune convocherà un tavolo a cui verranno chiamati a partecipare i più autorevoli esperti della materia, oltre alla cittadinanza che vorrà farne parte. 
“Il Comune di Riccione - si legge nella delibera approvata dalla giunta -, anche al fine di tutela del particolare pregio architettonico e paesaggistico, ritiene prioritario perseguire l’intento di assicurare il corretto uso del proprio territorio anche nella materia degli impianti di telefonia mobile, cercando la massima razionalizzazione degli impianti e di evitare la proliferazione di nuovi pali nel territorio”. 
Nello specifico, il Regolamento, nel rispetto delle norme di riferimento, dovrà individuare i criteri localizzativi e gli standard urbanistici allo scopo di evitare un proliferare indiscriminato delle antenne di telefonia mobile sul territorio comunale”. 

L’impatto turistico sulla proliferazione delle antenne
Nella stesura del documento si terrà conto che “il comune ha una connotazione turistica importante che porta a un sovradimensionamento del numero degli impianti di telefonia mobile per fornire la copertura al grande numero di utenze del periodo estivo”. Ma anche della fatto che “per via della legislazione nazionale e con l’attuale situazione regolamentare non pare possibile riuscire ad accorpare tutti i gestori su pali esistenti. Diventa quindi più difficile evitarne la proliferazione sul territorio e si rende necessaria una regolamentazione a livello comunale”.
Infine, il Regolamento con la relativa mappa dovrà essere “essere uno strumento dinamico e aggiornato annualmente in quanto la tecnologia è in rapida e continua evoluzione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riccione, "presto un Regolamento per limitare la proliferazione dei ripetitori per la telefonia mobile"

RiminiToday è in caricamento