L'Imu? Da tassa diventa un buono-vacanza. L'ultima invenzione a Riccione

Da tassa a buoni vacanza. Non c'è limite alla fantasia, in Riviera, quando come promozione ci si impegna a convertire quanto pagato per l'odiata tassa sulla casa in un buono vacanza. E' la singolare iniziativa del Consorzio Riccione Turismo

Da tassa a buoni vacanza. Non c'è limite alla fantasia, in Riviera, quando come promozione ci si impegna a convertire quanto pagato per l'odiata tassa sulla casa in un buono vacanza. E' la singolare iniziativa del Consorzio Riccione Turismo che converte in buoni vacanza la quota pagata nel 2012 per la tassa sulla prima casa

Alzi la mano chi, pagando le tasse, non ha pensato almeno una volta nella vita che quei soldi avrebbe preferito spenderli per andarsene in vacanza. Un desiderio che diventa tanto più lecito e ricorrente in un periodo di crisi e di imposte come quello che stiamo vivendo. Ebbene, alle tentazioni di pessimismo cosmico determinate da una congiuntura economica senza precedenti, il Consorzio Riccione Turismo risponde con l’ottimismo che ha sempre contraddistinto la gente di questa terra, lanciando l’iniziativa “RICCIONE trasforma l’IMU nella tua VACANZA”, con la quale gli albergatori si impegnano a trasformare l’IMU pagata nel 2012 dai turisti che soggiornano nelle loro strutture allo Stato in buoni vacanza.

Per accedere alla promozione è sufficiente andare sul portale www.visitriccione.com, cliccare su “RICCIONE trasforma l’IMU nella tua VACANZA” e scegliere uno degli oltre 40 hotel aderenti all’iniziativa. L’operazione è valida per tutti i turisti che prenoteranno un soggiorno di vacanza di minimo 7 giorni per almeno due persone (o in camera doppia) nel periodo dall’ 1 giugno al 4 agosto e dall’ 1 al 30 settembre 2013, consegnando all’arrivo in hotel, copia del proprio F24. L’hotel rilascerà un “buono vacanza” del valore dell’I.M.U. pagata nell’anno 2012 per la prima casa, con un limite previsto per il rimborso – calcolato secondo la statistica pubblicata da “Il Sole24Ore” - di 150 euro per gli hotel a 1 stella, di 200 euro per gli hotel a 2 stelle, di 250 euro per gli hotel a 3 stelle e di 300 euro per gli hotel a 4 e 5 stelle. Qualora il cliente prenoti una camera singola anziché una doppia, il rimborso si ridurrà del 30%.

Starà poi all’ospite scegliere se trasformare il bonus in giorni gratis di vacanza da utilizzare immediatamente a partire dall’ottavo giorno oppure in giorni gratis di vacanza da utilizzare successivamente tornando nello stesso hotel entro giugno 2014.

Ma non è tutto: in tempi di sconti rigidamente nominali, i clienti potranno invece passare il bonus ad amici e parenti, regalando loro un voucher da scontare equivalente a giorni gratis di vacanza da utilizzare entro giugno 2014. L’iniziativa - non cumulabile con le promozioni dei singoli hotel - sarà promossa su internet e attraverso i social network. Tutti gli aggiornamenti potranno essere seguiti su face book digitando Visit Riccione, su twitter seguendo il profilo visitriccione oppure cercando l’hastag #imuinvacanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento