Riccione, prorogata l'ordinanza anti-prostituzione

In considerazione dei risultati positivi ottenuti dall'ordinanza anti-prostituzione emanata all'inizio dell'estate, il sindaco Pironi ha deciso di prorogarne l'efficacia

Il sindaco di Riccione Massimo Pironi ha emanato martedì la nuova ordinanza contingibile e urgente “per prevenire e contrastare gravi pericoli per comportamenti connessi all’esercizio della prostituzione sulla pubblica via”. In considerazione dei risultati positivi ottenuti dall’ordinanza anti-prostituzione emanata all’inizio dell’estate, il sindaco Pironi ha deciso di prorogarne l’efficacia, che sarebbe scaduta mercoledì 31 ottobre 2012, fino al 31 gennaio 2013.

La nuova ordinanza non solo sostituirà la precedente, con decorrenza dal 1° novembre, ma sarà estesa, quanto all’esercizio del controllo da parte di pattuglie della Polizia Municipale, anche all’area artigianale, che durante il periodo invernale diventa spesso luogo di incontri di varia natura. Nel corso dell’ultimo mese la Polizia municipale ha svolto numerosi controlli anti-prostituzione nelle varie aree della città. Tali controlli hanno confermato la persistenza del fenomeno, anche se non con gli stessi numeri e proporzioni dell’estate. Dal 1° giugno ad oggi, in base all’ordinanza in vigore, sono state sanzionate 24 prostitute e 11 clienti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento